Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Ghilardi su Irpef: «Frutto di bieca mossa elettorale da Pinocchio»

«Una bieca mossa elettorale che si è dimostrata un boomerang per la nostra amministrazione comunale e che ricade sui cittadini». Così il leghista Ghilardi dopo l'aumento dell'irpef a Cinisello Balsamo

Giacomo Ghilardi, consigliere comunale di Cinisello

«Una bieca mossa elettorale che si è dimostrata un boomerang per la nostra amministrazione comunale e che ricade sui cittadini». Questa in sintesi l’analisi del consigliere comunale della Lega Nord Giacomo Ghilardi dopo l’aumento dell’irpef a Cinisello Balsamo.

Così Ghilardi: «Una bieca mossa elettorale, in tipico stile renziano, di annunciare due giorni prima delle elezioni europee la non applicazione della TASI, senza aver verificato le dovute coperture di bilancio, si è dimostrata un boomerang politico per l'amministrazione e un ennesimo colpo economico, pari a quasi 1 milione di euro, che ricade come sempre sui nostri cittadini».

Precisa il consigliere del Carroccio: «Quasi un milione di euro! Questo è il prezzo dell'aumento dell'irpef allo 0,8 per cento (massimo previsto per legge)».

Termina Ghilardi: «Altro capitolo è il taglio annunciato della spesa corrente per garantire l'equilibrio di bilancio. Su questo vigileremo con molta attenzione perché un taglio di 2,28 milione di euro sulla spesa corrente ci sembra un' altra bugia di un'amministrazione Pinocchio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghilardi su Irpef: «Frutto di bieca mossa elettorale da Pinocchio»

MilanoToday è in caricamento