rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Ghilardi: «Censura per Trezzi, i manifesti devono essere ritirati»

La Lega Nord accusa: «Il Comune, nella figura del sindaco e dell’assessore alle pari opportunità, con questi manifesti tende a generalizzare lo status di violenza attribuendolo a tutti: è inaccettabile»

La Lega Nord non ci sta e, dopo la replica del sindaco Trezzi sulla campagna di comunicazione contro la violenza sulle donne, dichiara attraverso il suo consigliere comunale Giacomo Ghilardi di non avere «assolutamente intenzione di soprassedere a tal simile campagna di comunicazione in quanto la consideriamo di cattivo gusto, offensiva e in particolar modo un pessimo esempio per bambini e ragazzi».

Prosegue il leader leghista di Cinisello Balsamo: «Riteniamo che un’amministrazione ha il dovere, per non dire l’obbligo, di lanciare alla cittadinanza messaggi che non inducano a denigrare le persone come la figura del padre, in questo specifico caso, all’interno della famiglia e agli occhi del proprio figlio».

Spiega meglio il suo pensiero: «Il Comune, nella figura del sindaco e dell’assessore alle pari opportunità, con questi manifesti tende a generalizzare lo status di violenza attribuendolo a tutti, indistintamente, cosa che risulta essere inaccettabile».

Da qui la richiesta di censura: «Per questo ribadisco la necessità di ritirare immediatamente i manifesti presenti in città e in occasione della "capigruppo" di mercoledì presenterò una mozione urgente di censura nei confronti del sindaco in quanto, con questo tipo di comportamenti, riteniamo non sia più idonea a rappresentare un’amministrazione pubblica e i cittadini di Cinisello Balsamo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghilardi: «Censura per Trezzi, i manifesti devono essere ritirati»

MilanoToday è in caricamento