menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere comunale Giacomo Ghilardi

Il consigliere comunale Giacomo Ghilardi

Ghilardi: «Tema "sicurezza" assente», Trezzi: «E' trasversale»

Tra i tanti interventi pervenuti dopo l'elenco degli indirizzi di governo fatto da Siria Trezzi durante il consiglio comunale di lunedì 15 luglio, c'è stato quello del consigliere comunale Giacomo Ghilardi che ha battuto chiodo sul tema della sicurezza

Tra i tanti interventi pervenuti dopo l'elenco degli indirizzi di governo fatto da Siria Trezzi durante il consiglio comunale di lunedì 15 luglio, c'è stato quello del consigliere comunale Giacomo Ghilardi.

Ghilardi si era precedentemente dissociato dal ministro Roberto Calderoli e dalla sua uscita su Cecile Kyenge, poi ha detto: «Mi dispiace non aver trovato nel programma di Siria Trezzi alcun paragrafo sulla sicurezza».

Prosegue: «Come Lega Nord portiamo avanti le istanze di avere la polizia operativa 24 ore su 24. Avere le telecamere sul territorio e un presidio permanente della polizia è indispensabile. Ricordo inoltre che prima delle elezioni la polizia ha chiesto alla futura amministrazione (al sindaco Siria Trezzi quindi, ndr) la dotazione di spray irritanti e sfollagenti, oltre a nuove radiotrasmittenti e altro ancora. Spero che se ne potrà parlare in consiglio comunale».

Altro capitolo: «Sulle  politiche di integrazione il ministro Cecile Kyenge non sta facendo bene all'Italia, spero anche almeno a Cinisello se ne potrà parlare».

E ancora: «Le "zone 30" mi paiono più una sicurezza per le casse del Comune per le multe, che una sicurezza per i pedoni».

L'affondo finale di Ghilardi: «Ho visto che ha criticato giustamente come sindaco il "patto di stabilità" e che si vogliono cercare sinergie con gli amministratori locali. Io allora invito il sindaco a comunicare molto di più con la Regione Lombardia e col presidente Roberto Maroni che ha idee chiare a riguardo. Questo rapporto potrebbe essere utile per Cinisello».

Siria Trezzi a fine consiglio comunale ha poi risposto a Ghilardi: «E' vero, non c'è punto un specifico sulla sicurezza, ma non per dimenticanza, ma per una scelta ben precisa. Per noi la sicurezza deve essere intesa come percezione di sicurezza, modalità della vita, coesione sociale ed educazione ambientale».

Conclude Trezzi: «Il tema della sicurezza è trasversale e lo si ritrova dappertutto. Diverso invece è parlare di un tema come quello della richiesta da parte delle forze dell'ordine, questo è un punto più preciso e andrà trattato di conseguenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento