Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

"Cinexellum", il gioco da tavola che racconta la città tra storia e reperti

E' stato ideato da due cittadine: l'archeologa Chiara Bozzi e la pedagogista Rosanna Candon. Attraverso un tabellone, il cui percorso è simile al gioco dell'oca, i partecipanti si sfideranno con 40 carte-quiz per conquistare i 10 reperti archeologici trovati a Cinisello, dalla fiasca longobarda al sarcofago del giardino di Villa Ghirlanda Silva

Si chiama "Cinexellum" ed è il primo gioco in scatola ambientato in città che promette di coinvolgere e appassionare i cinisellesi dai 7 ai 99 anni.

E' stato ideato da due cittadine: l'archeologa Chiara Bozzi e la pedagogista Rosanna Candon che, su proposta del settore cultura del Comune di Cinisello Balsamo, hanno realizzato uno strumento ludico, ma anche didattico, capace di contribuire alla conoscenza della storia locale.

Attraverso un tabellone, il cui percorso è simile al gioco dell'oca, i partecipanti si sfideranno con 40 carte-quiz per conquistare i 10 reperti archeologici trovati a Cinisello Balsamo, dalla fiasca longobarda al sarcofago del giardino di Villa Ghirlanda Silva.

L'assessore alla cultura e identità Daniela Maggi spiega: «Si tratta di uno strumento ludico-didattico esclusivo con l'obiettivo di condurre in modo divertente bambini e adulti alla scoperta del nostro territorio, che include luoghi di straordinario valore culturale, che vantano una storia millenaria».

Poi aggiunge: « Crediamo che questo progetto possa contribuire ad accrescere le conoscenze di storia e cultura locale, e il senso di appartenenza dei nostri cittadini di tutte le età».

Anche il sindaco Giacomo Ghilardi è intervenuto in merito: «Promuovere la conoscenza del patrimonio culturale locale può contribuire a consapevolizzare i cittadini, incentivando la diffusione di buone pratiche di rispetto e salvaguardia del bene comune. Questo gioco, oltre a essere un piacevole intrattenimento ludico, costituisce un ulteriore veicolo di diffusione della nostra cultura, favorendo il progresso materiale e spirituale del paese».

L'archeologa cinisellese Chiara Bozzi racconta la creazione del gioco: «Da qualche anno sto collaborando con il centro di documentazione storica del Comune e sono stata felice di mettere a disposizione le mie conoscenze e di restituirle alla comunità di Cinisello Balsamo  Ho realizzato questo gioco in collaborazione con mia mamma che è una pedagogista e ha una grande esperienza nella creazione di giochi per bambini delle scuola primaria e secondaria di primi grado».

Poi termina: «Il punto di forza di "Cinexellum" per il contenuto e la struttura è proprio il poter contare sulle nostre competenze, riuscendo a veicolare delle informazioni e risultando allo stesso tempo divertente».

La realizzazione del progetto è stato possibile grazie al contributo di CoCEC - Consorzio Cooperative Edificatrici di Cinisello Balsamo.

Il gioco, distribuito alle scuole primarie e secondarie di primo grado, sarà una delle attività del quaderno "orientascuola" con laboratori in classe condotti dalle autrici di Cinexellum.

Altre copie del gioco, inoltre, saranno presto disponibili anche al Pertini nell'area gaming.

Il gioco sarà presentato domenica 26 settembre alle ore 15 attraverso un piccolo torneo dimostrativo all'oratorio Sant’Eusebio, in cui due gruppi di 16 bambini si sfideranno alla caccia ai reperti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cinexellum", il gioco da tavola che racconta la città tra storia e reperti

MilanoToday è in caricamento