Lunedì, 20 Settembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Viale Brianza

Ex Auchan, TAR rinvia il giudizio sul ricorso al 9/4/20, Legambiente: «Soddisfatti a metà»

Rinviata la risposta al ricorso di Legambiente, datato anno 2014, relativo al PGT (Piano di Governo del Territorio) e al progetto di raddoppiamento del centro commerciale ex Auchan: il TAR si pronuncerà il 9 aprile del 2020. Il commento di Legambiente

Legambiente continua la battaglia per scongiurare «il collasso della viabilità» in zona ex Auchan

Rinviata la risposta al ricorso di Legambiente, datato anno 2014, relativo al PGT (Piano di Governo del Territorio) e al progetto di raddoppiamento del centro commerciale ex Auchan: il TAR si pronuncerà il 9 aprile del 2020.

Legambiente aveva presentato ricorso «per contrastare la cementificazione eccessiva del territorio. In seguito ci siamo opposti a tutti gli atti urbanistici con queste finalità, compreso il megacentro commerciale, che secondo la nostra convinzione e quella degli urbanisti, architetti, medici e scienziati da noi interpellati, peggiorerà notevolmente la qualità della vita nella nostra città e dei Comuni vicini».

Legambiente precisa: «Soprattutto il traffico attratto dal nuovo centro commerciale porterà al collasso la viabilità dello snodo autostradale A4, A52, SS 36 (Fulvio Testi) e S.P. 58 via Valtellina con un pesante aumento di veicoli sulla viabilità locale».

Relativamente al rinvio del giudizio sul ricorso Legambiente spiega: «Il nostro ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) è stato dibattuto lo scorso 12 luglio 2019 davanti a giudici e avvocati. I giudici hanno rinviato il pronunciamento della sentenza definitiva al 9 aprile 2020 a causa sostanzialmente di alcune mancate notifiche in alcuni atti alle controparti che abbiamo citato in giudizio, in modo che si possa completare correttamente la procedura».

Legambiente «non nasconde una certa soddisfazione, anche se parziale. Il ricorso che abbiamo sostenuto non è stato bocciato o ritenuto infondato o irricevibile, ne consegue che il TAR ritiene valide e degne di dibattimento le motivazioni circa il peggioramento della salute dei cittadini, dell’inquinamento atmosferico, dell’ambiente e più in generale della qualità della vita e che si debba arrivare a una decisione definitiva dopo un percorso processuale corretto e senza lacune».

Infine termina: «Nel frattempo continueremo nei prossimi mesi a fare il nostro lavoro di denuncia e di difesa dell’ambiente e della salute collettiva, con il massimo impegno che speriamo continui a essere supportato da voi tutti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Auchan, TAR rinvia il giudizio sul ricorso al 9/4/20, Legambiente: «Soddisfatti a metà»

MilanoToday è in caricamento