Lunedì, 14 Giugno 2021
Cinisello Balsamo Via dei Cipressi

Cimiteri, i lumini a batteria restano, ma sono convenienti?

L'amministrazione comunale non procederà con il ritiro dei lumini a batteria nei tre cimiteri cittadini, tuttavia invita la cittadinanza a evitarne l'utilizzo. L'assessore Bartolomeo: "Ma il risparmio non è così scontato"

L'illuminazione votiva dei cimiteri cittadini fa discutere

L’amministrazione comunale non procederà con il ritiro dei lumini a batteria nei tre cimiteri cittadini, tuttavia invita la cittadinanza a evitarne l’utilizzo.

La limitazione dei lumini a batteria si giustifica per ragioni di decoro e uniformità estetica, ma anche per motivi di impatto ambientale, le batterie infatti sono fonte di inquinamento.

La decisione è stata presa nella mattinata di mercoledì 2 settembre a seguito dell’incontro tra l’assessore ai servizi cimiteriali Patrizia Bartolomeo, il dirigente del settore e i responsabili della società "Effe Uno Project" che ha in gestione il servizio di illuminazione votiva e di manutenzione degli impianti.

La decisione prevede quindi l’utilizzo prevalente dell’illuminazione votiva a corrente con il pagamento di un canone, una cifra che non supera i 20 euro all’anno. Attualmente le utenze sono circa 13.000.

Così l'assessore Bartolomeo: "Ci scusiamo per il disagio che si è venuto a creare nel mese di agosto. Più in generale chiediamo ai cittadini un maggiore senso di responsabilità nel rispetto del decoro del luogo".

E precisa: "Sono, infatti, state sollevate polemiche da parte dei familiari dei defunti in relazione al poco rispetto delle tombe e dei colombari che spesso vengono coperti da elementi accessori e da altre fonti di illuminazione".

Chiude l'assessore: "Nello specifico, l’utilizzo dei lumini a batteria non è ecologico, la batteria, specie se si trova in un’area non coperta, si deteriora facilmente. Se poi consideriamo la spesa per l’acquisto delle batterie per un intero anno, il risparmio non è così scontato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimiteri, i lumini a batteria restano, ma sono convenienti?

MilanoToday è in caricamento