Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Stefano Canzio

In via Canzio nasce l'incubatore sociale Cinifabrique, luogo dell'apprendere e del fare

Nasce Cinifabrique, il nuovo luogo dell'apprendere e del fare. Un luogo di socialità, dell'apprendere e del fare, di incontro tra diverse generazioni, dove il sapere diventa comunicazione e condivisione

Nasce Cinifabrique, il nuovo luogo dell'apprendere e del fare. Un luogo di socialità, dell'apprendere e del fare, di incontro tra diverse generazioni, dove il sapere diventa comunicazione e condivisione.

Così si definisce Cinifabrique, la nuova realtà che è sorta nell'ex struttura scolastica di via Canzio a Cinisello Balsamo, messa a disposizione dell'amministrazione comunale, che è stata inaugurata domenica 16 dicembre, alle ore 17.30.

L'iniziativa nasce dall'amicizia tra un gruppo di giovani e alcuni insegnanti, imprenditori e volontari già attivi in diverse realtà del territorio che decidono di unire le forze.

Il presidente dell'associazione Michael Tacchinardi spiega: «Circa un anno fa abbiamo deciso di dare vita a una nuova associazione che abbiamo chiamato XSQUI, contrazione di “Perché siamo qui”, una definizione che ben descrive la domanda di significato che ci muove e la ricerca di una risposta nella realtà».

Tacchinardi è un giovane diplomato di 19 anni, supportato da Federica, 22 anni, con il ruolo di vicepresidente, e Issa, giovane studente di architettura di origini siriane con il compito di seguire la comunicazione.

Proprio i tre proseguono: «Avevamo il desiderio di fare qualcosa di significativo per la nostra città. Dalla collaborazione di alcune realtà significative, tra cui la Cooperativa Prima, 6 imprese artigianali e istituto Gatti-ApaConfartigianato, nasce l'idea di Cinifabrique».

Proprio grazie alle specificità e professionalità dei partner, Cinifabrique si propone come “incubatore sociale”, capace di offrire numerose attività quali studio assistito, aggregazione giovanile, animazione per famiglie, rigenerazione dell'ambiente, ma anche laboratori di piccola falegnameria, restauro e intaglio ligneo, sartoria e cucito, ceramica, pittura, mosaico, progettazione in 3D, fotografia e videomaker, giardinaggio, ecc. finalizzati alla trasmissione dei mestieri.

Oltre 500 persone hanno riempito di allegria i locali, i laboratori, il giardino e i parcheggi circostanti durante l'inaugurazione per festeggiare un lungo lavoro svolto da circa 160 volontari che si sono alternati nel ristrutturare dei locali dismessi da quasi 10 anni.

Il primo cittadino Giacomo Ghilardi  ha commentato dopo aver tagliato il nastro all'inaugurazione: «Siamo ben felici di vedere giovani intraprendenti e impegnati nella creazione di luoghi di incontro e promozione di attività che possono far crescere la nostra comunità».

Prosegue il sindaco: «Lo spazio che come amministrazione abbiamo messo a disposizione era da tempo abbandonato. L'associazione a sue spese ha provveduto alla sistemazione dei locali e del giardino, valorizzando così un bene pubblico».

Infine termina: «La presenza di questa nuova realtà sarà sicuramente importante per un'area strategica ai confini con Milano e Sesto San Giovanni in grado di attrarre talenti interessati alla produzione culturale e manifatturiera e di generare nuove idee e opportunità per Cinisello Balsamo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In via Canzio nasce l'incubatore sociale Cinifabrique, luogo dell'apprendere e del fare

MilanoToday è in caricamento