menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli insulti circolati sul social network Facebook rivolti al sindaco Ghilardi

Gli insulti circolati sul social network Facebook rivolti al sindaco Ghilardi

Lotta a spaccio e malavita a Sant'Eusebio, minacce e intimidazioni al sindaco Ghilardi

«Ghilardi sei infame e schifoso». Queste le parole che sono circolate sul social network Facebook che riportano chiaramente ai recenti fatti di droga del rione Sant'Eusebio. Ghilardi risponde: «Questi subdoli messaggi intimidatori dimostrano che siamo sulla strada giusta»

«Ghilardi sei infame e schifoso». Con questo meme che è stato diffuso sul social network Facebook il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi ha subito un vero e proprio attacco intimidatorio dopo i recenti fatti di droga accaduti nel rione Sant'Eusebio e la presa di posizione del primo cittadino che ha spronato Aler a fare di più per mettere sotto controllo i palazzoni dello spaccio.

Proprio Ghilardi reagisce così agli attacchi social: «Bene! Questi subdoli messaggi intimidatori dimostrano che siamo sulla strada giusta. Stessi insulti sentiti l’altra sera nel servizio di Striscia all’indirizzo di Brumotti e delle forze dell’ordine».

Prosegue il sindaco: «Stiamo lottando contro la droga e lo spaccio, tutti insieme, con i carabinieri, con la prefettura, con il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica (C.P.O.S.P.), con Vittorio Brumotti, e spero presto anche con Aler».

E ancora: «Vogliamo ripristinare la legalità. Vogliamo estirparne le radici. Vogliamo giustizia! Evidentemente cominciamo a dare fastidio a qualcuno perché i risultati stanno arrivando. Questo non mi spaventa anzi mi dà la forza di proseguire, ancor di più, senza paura e senza timore. Avanti tutta!».

Anche il suo partito politico, la Lega, attraverso la sezione locale cinisellese ha diramato un comunicato di solidarietà, a firma degli assessori e dei consiglieri comunali del Carroccio, al proprio sindaco: «Le intimidazioni ricevute non ci spaventano. Siamo sempre stati e saremo sempre al fianco del nostro sindaco».

Prosegue il comunicato: «Da diversi mesi sono in corso controlli che hanno portato a decine di arresti di spacciatori e negli ultimi giorni le operazioni si sono ulteriormente intensificate».

Il vice capogruppo Augusto Meroni aggiunge: «Il ripristino della legalità, la lotta alla droga e allo spaccio sono sempre stati punti fondamentali per noi e faranno sempre parte del nostro operato. Il sostegno al sindaco è totale e assoluto».

Anche il partito di maggioranza "NOI con L'ITALIA" ha diramato un comunicato in solidarietà del sindaco: «Siamo sempre stati al fianco del nostro sindaco e lo siamo ancora di più in questo particolare momento. Le vergognose ingiurie intimidatorie apparse oggi (7 maggio per chi legge, ndr) su FB, sono la testimonianza che la strada intrapresa per rendere il quartiere Sant’Eusebio vivibile per i cittadini onesti, che sono la maggioranza, è quella giusta. La collaborazione tra istituzioni e forze dell’ordine sarà l’arma vincente. Ci faremo promotori di progetti legati al quartiere, che siano occasione di presidio sociale e concreto sostegno alla nostra comunità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento