Cinisello Balsamo Via XXV Aprile, 4

Visentin presenta il programma: «5 punti per Cinisello, "NOI con L'ITALIA" nel centrodestra»

Riccardo Visentin, consigliere comunale per "NOI con L'ITALIA-UDC" e candidato al Senato nel collegio 5 Lombardia, parla ad ampio respiro di politica, spiegando la sua scelta annunciata in consiglio comunale, di entrare a fare parte di questo partito

Un momento dell'intervista a Riccardo Visentin

Riccardo Visentin, consigliere comunale per "NOI con L'ITALIA-UDC" e candidato al senato alle elezioni del 4 marzo nel collegio 5 Lombardia è stato intervistato da "News Milano Nord" e ha parlato ad ampio respiro di politica, spiegando la sua scelta, annunciata in consiglio comunale, di entrare a fare parte di questa nuova formazione politica.

Così Visentin spiega il cambio di partito: «Scelta come conseguenza di quanto è stato nell'ultimo periodo. Io appartenevo al partito di Alternativa Popolare, a dicembre c'è stata una separazione consensuale, alcuni dei miei amici hanno deciso di proseguire il rapporto a livello nazionale col Pd, invece in Lombardia siamo restati fedeli alla nostra origine di cattolici-popolari all'interno dell'ambito di centrodestra sostenendo il presidente Maroni e abbiamo dato vita a questo nuovo partito».

Visentin fa qualche nome: «E' un assembramento di protagonisti della politica italiana, Maurizio Lupi ne ha dato origine e poi si sono aggregati persone del calibro di Tosi, Cesa, Quagliariello, Fitto e via dicendo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consigliere comunale spiega il suo nuovo ruolo: «Mi è stata data una delega di sovraintendere alla zona del nord Milano, delegato a livello lombardo per ANCI (associazione nazionale dei Comuni) e all'assemblea nazionale romana di ANCI. Noi ci presentiamo alle elezioni, la nostra ambizione è superare la soglia del 3% per entrare in parlamento. Ho dato disponibilità al mio partito, per fare conoscere la nostra formazione in modo da superare questo 3%».

Poi relativamente alla prossima scadenza elettorale: «Data non ancora fissata, forse verso fine maggio. La vedo una tornata molto interessante, ma eviterei di fare voli pindarici di qualsiasi candidato del centrodestra. In questo momento auspicherei che i legittimi passi avanti di eventuali candidati si blocchino un attimo perché è meglio ragionare a bocce ferme: prima dobbiamo dedicarci al nostro Paese, poi penseremo a Cinisello Balsamo come d'altronde ho sempre fatto».

"NOI con L'ITALIA-UDC" è posizionato all'interno del centrodestra: «Il nostro partito a livello nazionale si è collocato ne centrodestra e così accadrà anche a livello locale. Abbiamo già dato vita a un dialogo ai partiti tradizionali del centrodestra così come con le civiche. La mia disponibilità è totale».

La proposta politica di "NOI con L'ITALIA-UDC" si può riassumere in 5 punti: «A livello locale proseguirei i punti che ho sempre portato avanti: le politiche familiari (sgravi su famiglie numerose), un occhio di riguardo alla viabilità che è in una fase caotica, valorizzare la città dandogli una caratteristica particolare che la distingua, la sicurezza (valorizzando le innovazioni su controllo e prevenzione) e l'ambiente (arredo urbano)».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visentin presenta il programma: «5 punti per Cinisello, "NOI con L'ITALIA" nel centrodestra»

MilanoToday è in caricamento