menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il parco di via Tiziano si legherà indissolubilmente al nome di Mariacristina

Il parco di via Tiziano si legherà indissolubilmente al nome di Mariacristina

Il parco di via Tiziano verrà intitolato alla cinisellese Mariacristina Cella Mocellin

Il sindaco Giacomo Ghilardi spiega così la scelta: «Abbiamo deciso, come amministrazione comunale, di rendere omaggio alla memoria e all'opera di Mariacristina Cella Mocellin perché la sua figura merita un posto di rilievo nella storia della nostra città»

Il parco di Tiziano verrà intitolato alla cinisellese Mariacristina Cella Mocellin. Questa la decisione dell'amministrazione comunale di Cinisello Balsamo che ha scelto di omaggiare la figura di questa ragazza, per la sua storia e per la sua opera.

La vita di Mariacristina è una di quelle storie che meritano di essere raccontate, ma soprattutto di continuare a essere vissute. E per vivere la vita, goderla appieno, forse non c'è posto migliore di un parco. Mariacristina era una ragazza di Cinisello Balsamo curiosa della vita e curiosa della spiritualità. Una ragazza che ha dovuto vivere le sofferenze proprie della malattia, ma che non ha mai smesso di donare altruismo e positività in primo luogo ai suoi figli e a suo marito.

Il suo percorso, le sue meditazioni e il suo dialogo con Dio, sono racchiusi in un libro, "Una vita donata", pubblicato nel 2005 dalle Edizioni San Paolo. La lettura di questo diario spirituale ha colpito a tal punto il vescovo di Padova, monsignor Antonio Mattiazzo, da portarlo ad aprire, nel novembre del 2008, la causa di beatificazione di questa giovane donna.

La fase diocesana del processo si è conclusa con una grande celebrazione nella chiesa parrocchiale di Valstagna (VI) il 18 maggio 2012 e attualmente la causa è passata alla Curia di Roma.

La città di Cinisello Balsamo omaggerà sabato 1 febbraio, alle ore 10, la "Serva di Dio" Mariacristina Cella Mocellin, con l'intitolazione del parco di via Tiziano alla sua memoria.

Il sindaco Giacomo Ghilardi spiega così la scelta: «Abbiamo deciso, come amministrazione comunale, di rendere omaggio alla memoria e all'opera di Mariacristina Cella Mocellin perché la sua figura merita un posto di rilievo nella storia della nostra città e, ancor di più, merita di essere ricordata in luoghi di aggregazione e di svago per i suoi concittadini, come appunto un parco».

Termina il primo cittadino: «Il sacrificio nella malattia, l'attenzione alla famiglia e al prossimo, fanno di Mariacristina un esempio virtuoso nella sua normalità. Una normalità a cui bisogna tornare, perché troppo spesso dimenticata. Spetta ora a noi genitori, ogni volta che un bambino ci chiederà chi era Mariacristina, leggendo il suo nome sulla targa, raccontare la sua storia».

 Alla cerimonia, oltre al sindaco, interverranno Gabriella Conti (Associazione Amici di Cristina Onlus) e don Giovanni Meda (parroco della Parrocchia Sacra Famiglia).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

  • Cronaca

    Fabrizio Corona dai domiciliari lancia uno shop di cannabis light

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento