menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I 39 profughi di Cinisello Balsamo verranno impiegati nel volontariato

E' stato approvato un protocollo d'intesa con le associazioni di volontariato cittadine per coinvolgere nelle attività i profughi presenti sul territorio e favorire un percorso di maggiore integrazione

La giunta di Cinisello ha approvato un protocollo d’intesa con le associazioni di volontariato cittadine per coinvolgere nelle attività i profughi presenti sul territorio cittadino e favorire un percorso di maggiore integrazione.

A firmarlo sono state oltre una decina di realtà: il locale comitato della Croce Rossa, la cooperativa la Cordata, la Fondazione Fratelli  di San Francesco d’Assisi, Auser, Fondazione Cumse, Banco Alimentare onlus, Anffas, Compagnia teatrale ambrosiana, Centro di aiuto alla vita, Centro anziani Costa, Centro anziani Friuli, Aias - La terrazza.

L’accordo permetterà ai 39 uomini inseriti nel programma del Ministero dell’Interno di protezione internazionale, giunti in Italia attraverso il Mediterraneo e presenti da luglio 2014 a Cinisello Balsamo, di impiegare un po’ del loro tempo presso le associazioni svolgendo attività di volontariato e mettendo a disposizione le loro competenze.

Attualmente i profughi sono ospitati presso la sede di via Giolitti della Croce Rossa CRI (presenti in 10 dal mese di luglio 2014 e provenienti dalla zona sub-sahariana via Mar Mediterraneo), presso il Residence Brodolini gestito dalla Cooperativa La Cordata (presenti in 4 anch’essi giunti a Cinisello Balsamo a luglio 2014 e provenienti dall’Africa sub-sahariana via Mar Mediterraneo) e presso l’oratorio Emmaus dove, dallo scorso ottobre, sono accolte dalla Fondazione Fratelli San Francesco (22 provenienti dal Bangladesh e 3 provenienti dalla Nigeria). 

Concretamente i profughi svolgeranno piccoli lavori di manutenzione nei centri anziani, si occuperanno degli accompagnamenti delle persone che necessitano terapie per conto dell’Auser, porteranno la spesa alle famiglie bisognose, faranno compagnia agli ospiti de La Terrazza e affiancheranno nelle attività sportive i ragazzi dell’Anffas.

L’amministrazione comunale sta inoltre pensando a inserire qualcuna di queste persone in Comune per lo svolgimento di attività socialmente utili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento