Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Lega e Forza Italia: «Il Pd chiede di invitare a casa Trezzi? Non apritele quella porta!»

La Lega Nord (attraverso il consigliere comunale Giacomo Ghilardi) e Forza Italia (con i colleghi Antonio Di Lauro e Stefano Gandini): «Non aprite le porte agli sconosciuti. La campagna elettorale alle porte e la smania di non perdere la poltrona a volte fanno miracoli»

Dopo la mossa elettorale del Pd di Cinisello Balsamo che propone una Siria Trezzi a contatto diretto con la cittadinanza ("Invita il sindaco a casa tua per parlare dei problemi della città"), arrivano le prime reazioni politiche.

La Lega Nord (attraverso il consigliere comunale Giacomo Ghilardi) e Forza Italia (con i colleghi Antonio Di Lauro e Stefano Gandini) replicano con ironia (qui per il comunicato stampa della lista civica "La Tua Città"): «Non aprite le porte agli sconosciuti. La campagna elettorale alle porte e la smania di non perdere la poltrona a volte fanno miracoli».

I tre spiegano: «Quello che, in questi quattro anni e mezzo, è stato un sindaco assente, lontano dai problemi della gente, incapace di programmare e di amministrare, a tratti arrogante e presuntuoso, tutto a un tratto mette in atto una metamorfosi cercando di nascondere, alla propria gente, la realtà dei fatti e delle cose».

E continuano: «Dietro a questa mossa elettorale vi è la paura di perdere dettata, questa volta, dalla consapevolezza di aver fallito sotto tutti i punti di vista. Ci chiediamo con gran curiosità quali bugie e quali menzogne andrà a raccontare ai cittadini. Dopo averli abbandonati a se stessi in tutti questi anni».

Poi parte l'elenco: «Dopo che per quattro anni e mezzo sono venute meno sicurezza, decoro, attenzione al commercio di vicinato, pulizia nei parchi e nelle strade, vicinanza ai problemi della nostra gente, degli sfrattati e delle persone in difficoltà. Periferie abbandonate e centro cittadino che attualmente versa in uno stato indecoroso».

Infine la chiusura: «Tutti conveniamo si tratti dell'ennesima presa in giro che i cinisellesi proprio non si meritano, per di più se si ritrovano a dover pure offrirle colazione, pranzo e cena. Per questo diciamo, richiamando un famoso film dell'orrore, cinisellesi "non aprite quella porta", ma aprite la porta al cambiamento per il bene della città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega e Forza Italia: «Il Pd chiede di invitare a casa Trezzi? Non apritele quella porta!»

MilanoToday è in caricamento