rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Sindaco e RSA scrivono al prefetto e chiedono ad ATS un coordinamento per la gestione

Una lettera congiunta a firma di Ghilardi e dei presidenti delle 4 residenze sanitarie assistenziali cittadine è stata inviata nella mattinata di sabato 11 aprile al prefetto di Milano per relazionare la situazione delle RSA e chiedere un confronto sul Covid-19

Una lettera congiunta a firma del sindaco Giacomo Ghilardi e dei presidenti delle quattro residenze sanitarie assistenziali cittadine (Residenze del Sole, Casa Gesù Maestro, Fondazione Ricovero Martinelli e Polo Geriatrico) è stata inviata nella mattinata di sabato 11 aprile al prefetto di Milano per relazionare la situazione delle RSA e chiedere un confronto sulle modalità più efficaci nella gestione per contrastare la diffusione del Covid-19.

Nella lettera si comunica che fin dall'inizio dell'epidemia, all'interno delle strutture, sono state potenziate tutte le misure volte alla protezione degli ospiti.

In particolare sono state sospese le visite dei parenti, così come i nuovi inserimenti di ospiti; sono state aumentate le azioni di igienizzazione e sanificazione, soprattutto sono stati incrementati i controlli medici e infermieristici.

Si fanno poi presenti i problemi considerevoli che le strutture hanno dovuto affrontare in questo periodo: ritardi nell’approvvigionamento di tutti i dispositivi necessari per la sicurezza degli operatori e degli ospiti, difficile reperimento e numero esiguo dei tamponi, mancata condivisione di un protocollo per l’analisi degli stessi nei laboratori ospedalieri.

Le maggiori criticità sono legate al successivo ingresso nelle RSA dei pazienti Covid dimessi dagli ospedali e alla gestione degli ospiti post acuti. Grazie all'intervento della Direzione dell'ASST Nord Milano, l'ospedale Bassini ha attivato un protocollo con la RSA Residenze il Sole per le procedure d’emergenza e la gestione dei tamponi.

Lo stesso protocollo potrebbe essere esteso anche alle altre RSA del territorio.

Il sindaco Giacomo Ghilardi spiega: «L'amministrazione comunale, sebbene non abbia competenza e responsabilità nella gestione delle RSA e il controllo sanitario sia in capo alle Agenzie di Tutela della Salute, fin da subito ha voluto far sentire il suo interessamento e vicinanza, ritenendo importante prendersi cura dei cittadini e persone più fragili che lì soggiornano. Per questo ho voluto condividere questa lettera che hanno scritto al prefetto, per continuare a stare al loro fianco».

Gli assessori ai servizi sociali Valeria De Cicco e alla centralità della persona Riccardo Visentin aggiungono a una sola voce: «Concretamente, nell'ambito del tavolo anziani, abbiamo aperto un tavolo ristretto con le RSA territoriali, convinti che far fronte comune e mettere in campo buone pratiche condivise sia l’elemento chiave per affrontare questa importante sfida collettiva che abbiamo davanti».

Nella lettera le RSA chiedono di essere convocati per un coordinamento territoriale presso l’ATS per mettere a punto linee programmatorie e gestionali condivise, oltre all’attivazione dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA) con funzione di supporto sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco e RSA scrivono al prefetto e chiedono ad ATS un coordinamento per la gestione

MilanoToday è in caricamento