Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

"Liberi e Uguali" non decolla, Amariti: «Abbiamo sbagliato, ma ripartiamo subito»

Il consigliere comunale cinisellese di LEU analizza: «Da oggi si riparte per la campagna elettorale delle elezioni comunali, più consapevoli dei nostri errori e del grande lavoro che ci aspetta per fare in modo che Cinisello continui a essere una comunità unita e solidale»

Alberto Amariti fa il punto dopo le elezioni politiche

"Liberi e Uguali" si lecca le ferite, che sono profonde nonostante sia una forza politica nuova sul palcoscenico nazionale, e anche a livello locale a Cinisello Balsamo i risultati sono stati di molto al di sotto le previsioni. Ciò fa male anche pensando al fatto che tra qualche mese si terranno le elezioni amministrative. Il tempo è poco per risollevarsi ed evitare un'ulteriore batosta.

Nel dettaglio LEU ha preso il 3,78% al Senato e il 3,65% alla Camera. Proprio le briciole e da qui parte l'analisi del consigliere comunale e capogruppo della lista di sinistra Alberto Amariti: «Il risultato elettorale non è quello sperato, in Italia come nella nostra città. Rivendichiamo la scelta autonoma alle elezioni politiche e a quelle regionali».

Amariti prova a trovare qualche dato positivo: «Abbiamo provato a proporre una visione differente di società, ma non siamo stati capaci di trasmettere il nostro messaggio di cambiamento ai cittadini. Ringraziamo gli oltre 1300 elettori che con fiducia hanno deciso a Cinisello Balsamo di darci la loro preferenza, raggiungendo in questo modo un risultato superiore alla media nazionale di Liberi e Uguali».

Ma bisogna subito ripartire perché gli impegni politici sono nell'immediato futuro: «Da oggi si riparte per la campagna elettorale delle imminenti elezioni comunali del 2018, più consapevoli dei nostri errori e del grande lavoro che ci aspetta per fare in modo che Cinisello Balsamo continui a essere una comunità unita, accogliente e solidale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Liberi e Uguali" non decolla, Amariti: «Abbiamo sbagliato, ma ripartiamo subito»

MilanoToday è in caricamento