rotate-mobile
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Marsiglia, Pd: «Opposizioni incivili negli attacchi personali a giunta»

Il coordinatore del Pd alle opposizini: «La vostra conflittualità è fuori misura e si è andati oltre il civile confronto politico. Attacchi personali espressi perché non avete validi argomenti da esprimere»

Il coordinatore del Pd di Cinisello Balsamo Luigi Marsiglia replica alle polemiche alzate dall’opposizione sugli argomenti Tasi e Irpef, in particolare in merito al volantino distribuito a Cinisello nello scorso weekend.

Così Marsiglia nel comunicato: «Di recente è stato distribuito in città un volantino, a firma di Lega Nord, Forza Italia, Nuovo Centro Destra e delle due liste civiche “Cittadini insieme” e “La tua città”, in cui si critica aspramente la giunta e in particolare l’operato dell’assessore al bilancio Luca Ghezzi».

Continua il coordinatore: «Il Partito Democratico, insieme alle altre forze politiche di centrosinistra, ha condiviso la scelta di non applicare la Tasi perché ciò va nella direzione della riduzione del carico fiscale sui cittadini. Così ci eravamo impegnati nel programma di mandato e in questo senso sta procedendo l’azione amministrativa».

Spiega Marsiglia: «I provvedimenti successivi hanno riguardato gli aggiustamenti resisi necessari dall’aggiornamento della normativa e comunque hanno salvaguardato i servizi fondamentali e limitato l’onere sui cittadini».

Poi si rivolge alle opposizioni: «Riconosciamo il ruolo di critica delle forze politiche di opposizione, ma con questo volantino, che si aggiunge alla conflittualità fuori misura espressa negli ultimi tempi in consiglio comunale, si è andati oltre il civile confronto politico. Quando il confronto viene spostato dai contenuti politici all’attacco personale, significa che l’autore non ha più alcun valido argomento da esprimere».

Incalza Marsiglia: «A nome di tutto il PD cinesellese e in qualità di coordinatore cittadino, rigetto l’attacco mosso contro l’amministrazione comunale e riconfermo al sindaco, al vicesindaco e agli assessori la fiducia già espressa in consiglio comunale».

Chiude il coordinatore: «Il Partito Democratico rifiuta la logica dello scontro fine a se stesso, esercizio vuoto di contenuti in cui le forze di minoranza si cimentano in ogni occasione, dalle sedute in Consiglio Comunale alla distribuzione di volantini capziosi. E’ una logica che non ci appartiene e che decliniamo a priori, convinti che la democrazia sia un bene fondamentale e che ci siano tempi e luoghi adatti dove far valere, civilmente, le proprie opinioni, qualunque esse siano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsiglia, Pd: «Opposizioni incivili negli attacchi personali a giunta»

MilanoToday è in caricamento