Venerdì, 17 Settembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Giacomo Matteotti

Zonca su fermate M5: «Occorre fare delle scelte in fretta per trovare soluzioni ottimali»

L'assessore all'urbanistica Enrico Zonca ha preso gusto "a raccontare le storie" sul social network Facebook e torna a parlare del prolungamento della metropolitana M5 fino a Cinisello Balsamo: «Necessario fare fronte comune per difendere gli interessi dei cittadini»

Enrico Zonca e Giacomo Ghilardi durante un sopralluogo al cantiere della metro 5

L'assessore all'urbanistica Enrico Zonca ha preso gusto "a raccontare le storie" sul social network Facebook. Già aveva fatto discutere la sua prima uscita con la "storia numero uno" sulla metrotramvia 31, ora torna a parlare invece del prolungamento della metropolitana M5 fino a Monza (con fermate a Cinisello Balsamo).

Così Zonca: «Vi racconto una storia: M5 è un progetto di sviluppo strategico per Cinisello Balsamo, per far uscire la nostra città dal tunnel della nomea di "periferia"».

Poi accoglie il messaggio di PD e Cinisello Balsamo Civica: «Ora anche l'opposizione dimostra collaborazione sulle scelte che devono essere fatte in fretta su M5. Ottimo. Questo dev'essere lo spirito. Cerchiamo tutti di lavorare per il bene di Cinisello Balsamo, che ne ha estremo bisogno, poiché finora le scelte d'imperio hanno prodotto solo danni».

Zonca parla della fermata Bassini e di quella lungo via Matteotti: «I tecnici ci dicono che Bassini non ha numeri e distanze sufficienti per essere conforme ai criteri per finanziare l'opera, tuttavia la domanda sorge spontanea. Una città di 75.000 abitanti ha i numeri se le fermate sono nel raggio di 3-400 metri dall'abitato denso. Se Bassini non risponde ai requisiti minimi, lo può essere Matteotti, ipotizzando anche l'intero costruito previsto dall'attuale PGT? Purtroppo la risposta è no, ce lo dicono gli ingegneri di MM».

Da qui l'intento dell'amministrazione comunale: «Quindi è necessario fare fronte comune per difendere gli interessi dei cittadini di Cinisello Balsamo e trovare in fretta una soluzione compatibile con le esigenze attuali e future, compreso lo sbinamento (detto anche bivio o sdoppiamento) su via Gorki, che rimane secondo la mia opinione la soluzione migliore, visto che la 31 ormai l'hanno talmente sminuita fino a diventare una costosissimaa navetta che non uscirà nemmeno dal perimetro di Cinisello Balsamo, senza dimenticare l'annoso problema della desemaforizzazione dell'incrocio Testi-Ferri, più volte annunciato ma mai realizzato».

Zonca prosegue: «Sappiamo bene che le soluzioni sul trasporto pubblico locale non si decidono su Facebook, ma mi pare giusto informare di cosa stia succedendo "nella stanza dei bottoni", anche per coloro che ne sono rimasti fuori. Collaborare è meglio che contrastare, per meri fini elettorali. Alla gente non frega nulla di chi rivendica la paternità di questa o quella scelta. Contano solo i risultati pratici per i cittadini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zonca su fermate M5: «Occorre fare delle scelte in fretta per trovare soluzioni ottimali»

MilanoToday è in caricamento