Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

M5S: «Hanno vinto loro, ma la rivoluzione culturale prosegue»

Il MoVimento 5 Stelle digerisce il Maalox con un bicchiere mezzo pieno. I consiglieri comunali Riccardi e Scalzotto: «Grazie ai 6.181 cittadini che ci hanno votato, il nostro impegno proseguirà ancora più forte»

La consigliera comunale Alessandra Riccardi

Il MoVimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo ammette la sconfitta elettorale alle Europee, fa autocritica, ma rilancia con forza la propria voglia di portare avanti una rivoluzione culturale in città.

Così i consiglieri comunali Alessandra Riccardi e Fabio Scalzotto: «Hanno vinto loro.  Esprimiamo la nostra gratitudine a tutti quegli elettori che, votando Movimento 5 Stelle, hanno confermato di condividere i nostri principi».

Continuano i due: «Sapere che 6.181 cittadini di Cinisello Balsamo ci hanno accordato la loro fiducia ci riempie di orgoglio. Grazie e ancora grazie».

Poi una dichiarazione d’intenti: «Il nostro impegno proseguirà, se possibile in modo ancora più forte, anche per ricordare a tutti che, per noi, è sempre  stato e sempre sarà di fondamentale importanza che i nostri candidati non siano né indagati, né condannati, né ricoprano altri incarichi istituzionali (parlamentare, ministro ecc.)».

Il colpo è incassato, il Maalox è stato ingerito e si guarda avanti: «Fare autocritica è la base per migliorare: vi aspettiamo alle nostre periodiche riunioni pubbliche, per darci  suggerimenti e per discutere i problemi della nostra città e del nostro Paese, in modo da diventare tutti insieme sempre più partecipi della vita pubblica».

Terminano i due: «Grazie ancora a tutti i cittadini e a tutti gli attivisti che ci seguono e sostengono dato che, senza di loro, nulla sarebbe stato (né sarebbe) possibile. Continua nella nostra città e nel nostro Paese una rivoluzione culturale che il Movimento 5 Stelle, dal canto suo, è intenzionato a portare avanti senza interruzioni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: «Hanno vinto loro, ma la rivoluzione culturale prosegue»

MilanoToday è in caricamento