Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

M5S, in una lettera si chiedono trasparenza e partecipazione

Una lettera aperta per la revisione dello statuto comunale, del regolamento del consiglio comunale, del regolamento delle commissioni consiliari e del regolamento di partecipazione

Il MoVimento scrive una lettera aperta

Una lettera aperta per la revisione dello statuto comunale, del regolamento del consiglio comunale, del regolamento delle commissioni consiliari e del regolamento di partecipazione.

E’ questa la mossa del Movimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo che ritiene giunto il momento di avviare il confronto per la modifica dello statuto comunale, del regolamento del consiglio comunale, del regolamento delle commissioni consiliari e del regolamento di partecipazione per correggerne alcune parti obsolete, oltre che per adeguarli alle istanze crescenti di informazione, coinvolgimento sociale e decisioni condivise.

Così i grillini: «E’ ora che la politica percorra sentieri di inclusione sociale massiccia e diffusa, di confronto trasparente e preventivo, di sburocratizzazione del rapporto con i cittadini. Temi quali il referendum propositivo senza quorum di maggioranza, il bilancio partecipato, l'istituzione dei consigli territoriali, il coinvolgimento attivo di associazioni, comitati e singoli cittadini, nelle decisioni rilevanti per la città e la popolazione, sono necessari per tornare a essere e vivere come comunità».

Le proposte del MoVimento sono chiare: «Prevedere che i cittadini, anche minori, possano partecipare attivamente con proposte e interventi ai lavori di consiglio o di commissione; programmare e pubblicizzare per tempo i lavori di consiglio e commissione per favorire la partecipazione; pubblicare per tempo sul sito comunale gli atti completi in discussione in consiglio e commissione per favorire la conoscenza e coinvolgimento sociale; utilizzare al meglio le risorse tecnologiche per le proposizioni e consultazioni sociali, sono elementi per risvegliare in ognuno il desiderio di impegnarsi per il bene comune».


La lettera aperta rivolta a tutte le cariche del Comune termina così: «Per questi motivi vi chiediamo di convocare al più presto una commissione per fissare un calendario di lavori per la modifica dei documenti sopra richiamati. Per quanto detto sopra, proponiamo che la commissione renda disponibili online i propri lavori, anche documentali, e che dia la possibilità ai cittadini di poter intervenire con proposte o correttivi alla redazione dei documenti». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S, in una lettera si chiedono trasparenza e partecipazione

MilanoToday è in caricamento