menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sale l'Irpef all'8 per mille a Cinisello Balsamo

Sale l'Irpef all'8 per mille a Cinisello Balsamo

M5S: «Ghilardi aumenta le tasse a Cinisello, Irpef al massimo livello e senza più esenzioni»

Il Movimento 5 Stelle, tramite il suo capogruppo in consiglio comuale Luigi Andrea Vavassori, esprime il suo dissenso alla scelta della giunta di centrodestra di aumentare l'Irpef e propone le sue ricette per migliorare la situazione del bilancio comunale

Il Movimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo, tramite il suo capogruppo in consiglio comuale Luigi Andrea Vavassori, esprime il suo dissenso alla scelta della giunta di centrodestra di aumentare l'Irpef e propone le sue ricette per migliorare la situazione del bilancio comunale.

Così Vavassori nel suo intervento che riportiamo integralmente:

«Lunedi 13 Luglio 2020 la giunta Ghilardi ha presentato al consiglio comunale il DUP e il bilancio 2020-2022. Dalla presentazione risulta che la giunta Ghilardi, per coprire il buco di bilancio di 5.565.313 euro causato dalla sentenza del Lodo Caronte, ha deciso di aumentare l’addizionale IRPEF portandola al massimo consentito dello 0,8% e togliendo tutte le esenzioni».

«In campagna elettorale il punto 8 del loro programma era "meno tasse", ma ora con il bilancio 2020 fanno l’opposto aumentando l’IRPEF, che costerà a tutti i cittadini circa 2.000.000 euro».

«Quello che indigna il M5S è che tolgono perfino le esenzioni per i redditi più bassi (pensionati, lavoratori precari, etc…) e così i circa 19.000 cittadini che avendo un reddito inferiore ai 15.000€ finora non pagavano l’addizionale IRPEF avranno una batosta economica che costerà loro circa 1.000.000 euro».

«Ma quello che è assurdo è che non si è voluto modificare le aliquote IMU che rimangono invariate. Ricordiamo che l’IMU è una tassa sulle proprietà immobiliari, ma che l’abitazione principale e le pertinenze sono esenti da tale tassa».

«Il M5S proporrà di tassare le aree edificabili della nostra città visto che da sette anni non si è costruito nulla, e che i proprietari di tali aree non sono certamente tra i cittadini più poveri della città».

«Infine la giunta Ghilardi non ha previsto di ridurre le spese per la sicurezza che nel 2020 sono aumentate di oltre 1.000.000 euro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento