Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

M5S: «Giunta e maggioranza allo sbando, ecco come "amministrano" il bilancio comunale»

Così i grillini cinisellesi: «La giunta e la maggioranza di sinistra nonostante sbandierino risultati mirabolanti (senza citare i lati negativi del progetto) come "CiniselloHub", sono praticamente allo sbando: 3 consiglieri se ne sono andati e i conti non tornano nel bilancio»

Alcuni attivisti del MoVimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo in un recente banchetto

Il MoVimento 5 Stelle di Cinisello Balsamo, che non ha ancora ufficializzato il proprio candidato sindaco per le prossime elezioni comunali (anche se il nome di Roberto Maria Bacci appare certo), analizza il momento politico in città, dando una stoccata grossa a sindaco e giunta.

Così i consiglieri comunali M5S Luigi Andrea Vavassori e Giancarlo Dalla Costa: «La giunta e la maggioranza di sinistra nonostante sbandierino risultati mirabolanti come "CiniselloHub", sono praticamente allo sbando. Negli ultimi mesi si sta verificando il crollo della maggioranza di sinistra con l’uscita di diversi consiglieri comunali dal PD, prima Parafioriti e Seghizzi andati in "Alternativa Civica per Cinisello Balsamo" e settimana scorsa la consigliera Catai Salmi andata nel gruppo misto».

Proseguono i due: «In questo periodo poi si sta verificando che la “famosa” capacità di gestione del bilancio della giunta sia in piena crisi. Infatti il 26 marzo la giunta ha portato in consiglio comunale la 1ª variazione urgente di bilancio perché non aveva previsto, nel bilancio preventivo presentato a dicembre 2017, quali erano i costi per le elezioni 2018».

Incalzano i consiglieri: «Si sapeva da tempo che nel 2018 ci sarebbero state le elezioni nazionali, regionali e comunali, ma pur sapendo che le elezioni nel 2013 erano costate circa 800.000 euro la giunta “competente” ha previsto nel bilancio preventivo 2018 solo 300.000 euro ovvero circa 500.000 euro in meno e ha dovuto correre ai ripari con la 1ª variazione urgente di bilancio».

Nella giornata del 13 aprile viene comunicato ai consiglieri che entro aprile 2018 si deve approvare la 2ª variazione urgente al bilancio perché «c’è un debito fuori bilancio di 128.000 euro per una causa persa con un imprenditore (causa aperta nel 2007). La sentenza è del 24 gennaio 2018 e, dato che non sono stati previsti accantonamenti per questa causa, si deve ancora ricorrere alle variazioni urgenti dopo solo 18 giorni dall’approvazione della 1ª variazione».

I due traggono le conclusioni: «Se consideriamo che nel 2017 la giunta ha proposto nell’arco di 9 mesi 5 variazioni di bilancio, si deve dedurre che questa giunta non sa “amministrare” il bilancio del Comune e per fortuna loro sono i “competenti”».

Poi due parole su "CiniselloHub": «La giunta sta sbandierando il centro commerciale più grande d’Italia che verrà costruito a Cinisello Balsamo come una conquista, ma non presenta i lati negativi del progetto ovvero il collasso viabilistico del sistema autostradale e il conseguente aumento dell’inquinamento atmosferico e acustico».

M5S cita dei dati a sostegno della sua tesi: «In una ricerca internazionale IIASA e MetNorway su tutta l’Europa risulta che l’asse Milano-Monza è al primo posto in Europa per i decessi prematuri causati dall’inquinamento dell’aria con 115 morti rispetto ai 70 di Parigi ed ai 24 di Londra. Considerato che "CiniselloHub" porterà nell’area del progetto dai 30.000 ai 40.000 autoveicoli al giorno in più degli attuali con il relativo inquinamento dobbiamo prepararci ad accorciare la durata della nostra vita».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S: «Giunta e maggioranza allo sbando, ecco come "amministrano" il bilancio comunale»

MilanoToday è in caricamento