rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

L'ex sindaco Daniela Gasparini fa un passo indietro e rinuncia a candidarsi tra le fila del Pd

La notizia è rimbalzata nelle ultime ore e riguarda in particolare modo Cinisello Balsamo: l'ex sindaco locale Daniela Gasparini e attuale deputata del Partito Democratico ha scelto di non ripresentarsi come candidata nelle liste del suo partito

La notizia è rimbalzata nelle ultime ore e riguarda in particolare modo Cinisello Balsamo: l'ex sindaco locale Daniela Gasparini e attuale deputata del Partito Democratico ha scelto di non ripresentarsi come candidata nelle liste del suo partito.

Una scelta maturata nel tempo, soppesata e alla fine è arrivata la rinuncia a entrare nella lista uninominale del collegio comprensivo di Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e Milano città.

Alla base della scelta ci sono dei motivi personali: a 68 anni Gasparini ha detto basta con la politica "romana" fatta di viaggi e impegni fuori Cinisello Balsamo e si dedicherà di più alla famiglia. Questo non vuole dire "stop alla politica attiva", perché Gasparini rimarrà impegnata nella politica locale.

Così Gasparini: «Ho rinunciato alla proposta di candidatura nella prossima legislatura perché ritengo che occorra lasciare spazio alle nuove generazioni, e curare un po' di più la mia famiglia e la mia nipotina. Non vado però in pensione, perché é giusto che l'esperienza accumulata in tanti anni nelle istituzioni e al governo della città e della Provincia sia messa a disposizione del partito in cui milito e della società».

Prosegue Gasparini: «E poi, dalle passioni e dall'impegno civile non si scende per limiti d'età. Continua il mio impegno per far sì che il Pd possa essere il primo partito, sosterrò Ezio Casati che é candidato nel collegio uninominale Camera: é una persona per bene, preparata, che si é battuto in parlamento per garantire servizi e tutele ai più deboli, ed é bello che lo faccia lui che é un imprenditore».

Politica locale dove la riaccoglie virtualmente l'assessore cinisellese Ivano Ruffa che le rende omaggio: «Comunque la pensiate con la rinuncia di Daniela alla candidatura abbiamo perso la competenza, la qualità, l'esperienza e la passione di un ottimo politico capace di interpretare al meglio il suo compito al servizio dei cittadini e delle istituzioni».

Prosegue Ruffa: «Per Cinisello Balsamo ha rappresentato tanto. Un grande sindaco, passionale e amante della sua città. Una persona per bene che ha dedicato tutta la sua vita a Cinisello Balsamo. Anche da parlamentare è sempre stata vicina e presente, pronta ad affrontare e risolvere diverse questioni. Ora, Daniela, avrai un po' più tempo per la tua piccola nipotina, ma siamo certi che sarai sempre vicina ai tuoi concittadini».

Per una dichiarazione pro-Gasparini, riportiamo anche una contro, con le parole del consigliere comunale de La Tua Città Giuseppe Berlino: «Aldilà di alcune scelte a mio parere errate che hanno segnato negativamente l'aspetto e lo sviluppo e urbanistico ed economico della città, la cosa che più le critico è ?aver abbandonato la città, che tanto le ha dato, per un posto al parlamento di Roma, prima ancora di concludere il mandato da sindaco per cui era stata eletta, come sarebbe stato più giusto fare, tradendo così la fiducia dei cittadini».

Chiude Berlino: «E non mi pare che la città abbia avuto poi tutti questo vantaggio dalla sua esperienza alla Camera. Sarà piuttosto ricordata, ahimè, per aver portato avanti la battaglia per garantire i vitalizi e reversibilità ai parenti superstiti dei parlamentari».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex sindaco Daniela Gasparini fa un passo indietro e rinuncia a candidarsi tra le fila del Pd

MilanoToday è in caricamento