Cinisello Balsamo Via Frova, 10

MuFoCo, ci sono tre importanti nodi da sciogliere a gennaio

E’ gennaio e il MuFoCo respira affannosamente, ma è ancora vivo e vegeto grazie al versamento dei contributi da parte della Provincia di Milano e del denaro raccolta dagli “Amici del Museo” nelle loro iniziative

I lavoratori del MuFoCo proseguono la battaglia

E’ gennaio e il MuFoCo respira affannosamente, ma è ancora vivo e vegeto grazie al versamento dei contributi (arrivati all’ultimo momento a dicembre) da parte della Provincia di Milano e del denaro raccolta dagli “Amici del Museo” nelle loro iniziative.

Ora però si guarda al futuro e non c’è il tempo festeggiare che già ci sono nuovi interrogativi per il museo e per i suoi lavoratori.

In primis nasce la Città Metropolitana che andrà a sostituire la Provincia di Milano: il nuovo ente resterà socio del Museo e adempierà ai suoi oneri (versando i soldi necessari per il museo per proseguire le proprie attività)?

E poi c’è la faccenda del Museo Nazionale: in Regione e in Parlamento si è discusso di questo passaggio cruciale per il museo di Cinisello Balsamo, ma per ora nulla è stato deciso.

Infine c’è la proposta di sdoppiare il museo della fotografia tra Cinisello (archivio e amministrazione) e Milano (sede espositiva, magari allo Spazio Oberdan). Sarebbe un bel biglietto da visita per il museo in vista di Expo 2015, ma anche qui non ci sono novità al momento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MuFoCo, ci sono tre importanti nodi da sciogliere a gennaio

MilanoToday è in caricamento