menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli studenti pochi istanti prima del decollo

Gli studenti pochi istanti prima del decollo

Gli studenti volano in Tanzania, ecco la generosità di Cinisello

Sono partiti (e già atterrati) i 9 studenti e una studentessa italiani di Cinisello Balsamo che costruiranno un'autofficina in Tanzania. E' stato grande il successo per la raccolta di attrezzi usati

Sono partiti (e già atterrati) i 9 studenti e una studentessa italiani frequentanti il terzo, il quarto e il quinto anno del corso di operatore meccanico dell’Associazione scuole professionali Mazzini di Cinisello Balsamo, che costruiranno un’autofficina in Tanzania i cui lavori di realizzazione si potranno seguire via Facebook.

Ed è stato grande il successo per la raccolta di attrezzi usati, ma funzionanti da portare alla comunità  africana.  

Il 15 dicembre, accompagnati dagli insegnanti, gli studenti sono partiti per il “Villaggio della Gioia”, fondato da padre Fulgenzio, che si trova a Dar es Salaam, in Tanzania.

La struttura si è sviluppata nel tempo fino a divenire una vera e propria comunità  (case famiglia, asilo, scuola elementare, orto, frutteto, fattoria, ostello, ecc.).

Le scuole superiori sono state inaugurate nel gennaio 2013. Gli studenti del Mazzini avranno l'opportunità di aiutare la comunità a riparare auto, motoveicoli e altri mezzi meccanici (gruppi elettrogeni, biciclette, motoseghe, impianti elettrici ed elettronici), con l’obiettivo di offrire a chi ne ha bisogno le proprie competenze e conoscenze. 

Con l’uso di attrezzature specifiche, gli studenti saranno in grado di individuare anomalie di funzionamento ed eseguire operazioni di manutenzione e controllo nel rispetto della norme della sicurezza.

Non solo, ma trasmetteranno concretamente le proprie conoscenze ai ragazzi, adulti e volontari africani che vivono nel Villaggio della Gioia, per permettere loro di mantenere, in futuro, i mezzi, le attrezzature e gli impianti.

Metteranno in piedi una vera e propria autofficina, che darà la possibilità alla comunità di essere completamente autonoma. Il progetto rientra nell’ambito di “Talenti al lavoro”, l’iniziativa della Provincia di Milano che finanzia attività di volontariato in Italia e all’estero svolte dagli studenti dei corsi professionali.

Per seguire passo dopo passo la realizzazione dell’opera è stata aperta una pagina Facebook (oppure cercando su Facebook la parola officinadellagioia) che gli studenti aggiorneranno continuamente con foto e commenti.

“Regalami un attrezzo” è stato lo slogan della raccolta di utensili usati, ma funzionanti da donare alla Città della Gioia per rifornire l’officina. Ecco in sintesi alcuni dei materiali che sono stati consegnati gratuitamente all’Asp Mazzini:

- una saldatrice elettrica

- un trapano manuale con varie punte

- una valigetta completa di accessori - chiavi a cricchetto, chiavi fisse e inserti vari

- una filiera da idraulico con misura variabile

- una piega tubi manuale

- una borsa con una 30 di pezzi di vario tipo chiavi snodate, chiavi fisse

- un carrello beta completo di accessori

- una valigetta di utensili maschi

- 10 barattoli di svitol, 10 barattoli di pulimotore

- 1 pacco di guanti telati, 3 scatole di guanti usa e getta, un pacco di pasta lavamani

- 60 palloni da calcio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento