Giovedì, 24 Giugno 2021
Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Sicurezza in città, le opposizioni: «Ascoltate le nostre proposte, ora si passi ai fatti»

Così Lega Nord, La Tua Città e Cittadini Insieme: «Il sindaco e la giunta, con l'approvazione di questo documento, hanno finalmente riconosciuto le loro colpe e si sono accorti che a Cinisello Balsamo esiste un reale problema di sicurezza

Il "Patto" per la sicurezza urbana va incontro alle richieste dell'opposizione

«Le nuove linee guida sulla sicurezza presentate in conferenza stampa dall’amministrazione comunale sono il frutto del nostro duro lavoro di ascolto della cittadinanza e di chi opera per la sicurezza sul nostro territorio, come il sindacato Sulpm, e delle conseguenti denunce effettuate in consiglio comunale dai nostri movimenti in questi anni».

Questo è quanto dichiarato dai consiglieri comunali Giacomo Ghilardi e Giuseppe Berlino delle liste Lega Nord e La tua Città insieme ai consiglieri Di Lauro e Scaffidi.

Prosegue il comunicato congiunto delle opposizioni: «Il sindaco e la giunta, con l’approvazione di questo documento, hanno finalmente riconosciuto le loro colpe e si sono accorti che a Cinisello Balsamo esiste un reale problema di sicurezza derivante dal lassismo delle loro politiche che si protrae da ormai 70 anni di amministrazioni comunali di centrosinistra».

E da qui la disamina dei provvedimenti contenuti nel "Patto": «Impianti di video-sorveglianza, vigili di quartiere, sistemi foto segnaletici, sono solo alcuni dei provvedimenti che i nostri movimenti chiedono ormai da anni, nell’interessa della città e dei cittadini, e che nessuno dei partiti di sinistra ha mai voluto mettere in atto. Per non parlare della questione armamento della polizia locale, anch’essa inserita nel documento prodotto dalla giunta, che ci ha visto coinvolti per mesi sul territorio con l’importante risultato di oltre 2000 firme da parte dei cittadini».

Poi l'affondo: «Ricordiamo che nel programma elettorale del sindaco e nelle sue linee di mandato non vi era traccia della parola sicurezza in quanto ritenuta da lei marginale e trasversale alle altre politiche. Noi riteniamo che la sicurezza debba essere un aspetto prioritario e a differenza loro sappiamo quello che serve per garantirla e ci crediamo fin dal principio».

Chiudono i quattro consiglieri comunali: «Per questo vigileremo nell’ottica che, quanto affermato a parole dalla giunta oggi, si trasformi in realtà proprio secondo i nostri dettami. Ci auguriamo che Il sindaco Trezzi sarà in grado nell'immediato di far rispettare quanto dichiarato altrimenti il fallimento sarà inevitabile cosi come le sue dimissioni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in città, le opposizioni: «Ascoltate le nostre proposte, ora si passi ai fatti»

MilanoToday è in caricamento