Domenica, 21 Luglio 2024
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

PD: «Commercio di vicinato, quando ci sono i soldi, il sindaco non li usa»

Il Partito Democratico attacca la giunta sul mancato utilizzo dei fondi per il commercio di vicinato: «Dal 2018 risultano spesi solo 146.616 euro su 1.255.972 euro derivanti dal PII Bettola e da ottobre ad oggi nulla è cambiato»

Il Partito Democratico attacca la giunta di centrodestra sul mancato utilizzo dei fondi a sostegno del commercio di vicinato. Questo il comunicato stampa del PD e le parole della consigliera comunale Mariarita Morabito e del segretario cittadino del PD Andrea Catania.

«I fondi a sostegno del commercio di vicinato derivanti dal PII Bettola non vengono spesi: è quanto viene messo nero su bianco nella risposta di fine maggio a una interrogazione presentata dalla consigliera Mariarita Morabito, confermando quanto già era emerso in una precedente interrogazione di ottobre 2023».

Morabito accusa: «Di solito i sindaci si lamentano che non hanno risorse, mentre qui siamo di fronte all’assurdo che, nonostante la disponibilità, i fondi non vengono spesi. Assenza di idee da parte della giunta? Mancanza di una pianificazione? Troppa burocrazia? L’incapacità di spendere i fondi disponibili dimostra in ogni caso l’incapacità amministrativa della giunta» 

Il comunicato del PD prosegue: «I fondi per la compensazione socioeconomica sono oneri che l’operatore del PII Bettola ha versato al Comune di Cinisello nel lontano 2018 per promuovere un equilibrato sviluppo economico e sociale delle attività commerciali all’interno dell’area comunale e sovracomunale».

«Le risorse a disposizione del Comune ammontano a ben 1.255.972 euro, di cui 460.000 euro a diposizione del distretto del commercio, 50.000 euro destinati al sostegno dei punti vendita esistente e alla creazione dei nuovi e 745.972 euro per l’attrattività dell’area vasta».

«Questi ultimi sono fondi che possono comunque andare a beneficio del commercio cittadino, ma vanno impegnati sulla base di una programmazione che coinvolga i comuni contermini, azione su cui l’assessore al commercio è rimasto sostanzialmente fermo».

«Ad oggi, risultano spesi appena 146.616 euro (poco meno del 12% del totale): 10.000 euro in attività di consulenza, 24.899,60 euro per l’acquisto di colonnine di gel per i negozi della città, fondi che forse potevano avere usi migliori, mentre 77.927 euro sono stati prenotati per il bando "Distretti 2022- 2024" e solo 33.788 euro sono stati utilizzati come contributi diretti ai negozianti».

Andrea Catania, segretario cittadino del PD, spiega: «E’ dal 2018 che poniamo la stessa domanda al vice sindaco Berlino e ci arrivano le stesse inconcludenti risposte. Di sicuro in questi anni di crisi, prima con il Covid, poi con l’aumento del costo dell’energia e dell’inflazione, sarebbe stato necessario sostenere con forza i negozianti e le risorse per farlo c’erano».

Catania conclude: «Eppure sul territorio abbiamo la fortuna di avere associazioni attive e propositive, quello che manca è un piano del commercio che identifichi le priorità e una programmazione degli interventi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PD: «Commercio di vicinato, quando ci sono i soldi, il sindaco non li usa»
MilanoToday è in caricamento