Cinisello BalsamoToday

PD su piazza Gramsci: «Annunci, ma nessun progetto all'orizzonte per il rifacimento»

Il PD si chiede che fine ha fatto il progetto di rifacimento di piazza Gramsci, annunciato dall'assessore all'urbanistica Zonca e dal sindaco Ghilardi: «Scelte contraddittorie e documenti fantasma. Di certo solo traffico e smog»

Piazza Gramsci, il PD critica l'immobilismo della giunta Ghilardi dopo gli annunci di restyling

Il Partito Democratico torna a parlare del progetto di riqualificazione della centralissima piazza Gramsci a Cinisello Balsamo, su cui si sono spese tantissime parole e impegni da parte della giunta Ghilardi, ma che per ora non ha ancora visto sviluppi.

Qui di seguito il comunicato del PD:

«A distanza di un anno, il sondaggio dell’amministrazione su piazza Gramsci ha prodotto uno scritto dell’assessore all’urbanistica (Enrico Zonca, ndr) che non è stato neanche pubblicato sul sito del Comune».

«Non c’è una delibera, una determina, nulla di nulla. Solo una revisione storica e politica di parte della storia passata e tre “ipotesi” che, come scrive l’assessore stesso, “potrebbero anche essere completamente disattese”».

«La solita operazione alla Ghilardi che fa del gran marketing, ma che quando si trova a dover progettare e realizzare non combina niente. In questo caso, però, potrebbe anche essere peggio perché il documento firmato dall’assessore Zonca non è neanche andato sui canali istituzionali dell’ente, ma solo su quello della sua lista civica: forse perché nemmeno il sindaco e i suoi compagni di giunta lo riconoscono?».

«L’assessore all’urbanistica appare da tempo sempre più isolato politicamente. Le “ipotesi”, inoltre, sono poche e poco originali: di fatto si immagina di riportare la piazza indietro di sessant’anni ripristinando la configurazione della “Perla” e, soprattutto, riaprendola al traffico veicolare così che diventi a misura…di automobile».

Il consigliere comunale del PD Marco Tarantola, membro della commissione comunale affari ambientali e territoriali, sostiene: «Stiamo parlando del nulla cosmico, e forse visti i risultati è anche meglio così. Nel documento dell’assessore all’urbanistica si dice che il milione e cinquantamila euro provenienti dalla convenzione con Auchan e vincolati dalla precedente amministrazione al restyling della piazza sono pochi, ma non ci si preoccupa neanche di stimare quanto costerebbero le “ipotesi” millantante, figurarsi quando ci sarà da trovare i soldi per realizzare un parcheggio interrato sotto la fontana a raso davanti al nuovo sagrato rialzato della chiesa di Sant’Ambrogio».

Tarantola aggiunge: «Volete sapere come finirà? Non faranno niente. Nessuna piazza nuova, al massimo riapriranno via Frova al traffico collegandola direttamente a via XXV Aprile davanti al Pertini. Torneranno a riempire il centro cittadino di auto e inquinamento, che è anche peggio. Il mondo va avanti pensando a un futuro più sostenibile, ma a Cinisello Balsamo non c'è spazio per tutto questo».

Aggiunge il capogruppo PD in consiglio comunale PD Andrea Catania: «Un buon amministratore, coinvolgendo i cittadini, dovrebbe pensare a quali funzioni dedicare gli spazi pubblici della città e poi progettare di conseguenza, l’amministrazione Ghilardi, invece, sembra piuttosto confusa: un giorno dice che bisogna riaprire al traffico la piazza, il giorno dopo che la piazza deve essere il luogo dei grandi eventi, il seguente ci istituiscono un nuovo mercato salvo poi ipotizzare di spostarlo dietro al Comune per due mesi per metterci le giostre di Natale, un atteggiamento schizofrenico».

Catania prosegue: «La trasformazione della piazza, inoltre, non può essere pensata disgiunta dell’intero ambito del centro città, su cui manca completamente un pensiero, e se aggiungiamo che è più di un anno e mezzo che hanno prorogato il vecchio PGT senza modificare nulla mentre sul nuovo PGT sono fermi a zero si capisce come di idee, in realtà, non ce ne siano proprio».

Il comunicato del PD termina: «Per la giunta Ghilardi il restyling pensato e finanziato dalla vecchia amministrazione non va bene, ma progetti all’orizzonte non ve ne sono, neanche la manutenzione ordinaria ormai non viene più fatta e, così, il centro della nostra città non solo rimane immobile, ma continua a perdere pezzi mentre il sindaco stringe mani e si fa i selfie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Oggi e domani Lombardia in zona arancione: regole e divieti per il weekend, cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Fontana: "Lombardia zona rossa, non ce lo meritavamo"

Torna su
MilanoToday è in caricamento