Cinisello BalsamoToday

PD e Cinisello Civica: «Qual è la situazione sanitaria nelle RSA? Ghilardi comunichi i dati»

Le due forze politiche di centrosinistra chiedono «di conoscere la situazione sanitaria delle RSA e al sindaco Ghilardi di accellerare con ATS la richiesta di informazioni, in particolare modo riguardo alla RSA Martinelli

La RSA Martinelli, PD e Cinisello Civica chiedono di avere lumi sulla situazione sanitaria

Chiarezza rispetto alla situazione sanitaria delle RSA, al numero di tamponi effettuati e a come è stata gestita la richiesta di Regione Lombardia di farsi carico dei malati Covid-19 con sintomatologia lieve.

È quanto ha chiesto il Partito Democratico, insieme a Cinisello Balsamo Civica, con una lettera rivolta al sindaco Giacomo Ghilardi. Qui di sotto il comunicato congiunto delle due liste politiche locali.

«Anche se non di competenza diretta del Comune, l’aspettativa è che il primo cittadino, in quanto garante della salute pubblica, si sia già attivato per raccogliere questi dati. Ad oggi infatti, solo alcune realtà hanno comunicato pubblicamente lo stato della loro situazione».

«Inoltre, non è chiaro quali RSA siano riuscite a reperire in autonomia i tamponi per verificare le condizioni dei propri ospiti e del proprio personale e quali strutture invece non abbiano trovato soluzioni alternative di fronte al diniego di Regione».

«Proprio su quest’ultimo tema, il Partito Democratico ha chiesto quando si terrà, e con quali decisioni conseguenti, l’incontro con ATS richiesto dal sindaco dopo il grido di allarme lanciato dai gestori delle case di riposo nelle scorse settimane».

«Questo incontro ha carattere di urgenza e deve tenersi prima possibile: l’emergenza è infatti ora ed è legata soprattutto al reperimento di farmaci e tamponi, oltre che alla necessità di una vera azione di coordinamento».

Il segretario del PD Ivano Ruffa e il capogruppo in consiglio comunale Andrea Catania spiegano: «Oggi la priorità è che il sindaco impieghi il suo tempo per elaborare soluzioni per le città insieme agli uffici e che insista con ATS, anche battendo i pugni se necessario, senza far passare troppo tempo».

Proseguono i due: «Quali azioni concrete, oltre alla lettera proposta dalle RSA, sono state messe in campo per sollecitare ATS nelle ultime settimane? Altri sindaci hanno fatto richieste puntuali e precise, prima ancora di essere sollecitati dal territorio».

Terminano i due: «Quali azioni concrete sono state intraprese, oltre alla consegna delle mascherine?. Oggi serve reperire farmaci e tamponi».

Prosegue il comunicato delle due forze politiche: «Sempre nella lettera inviata, il Partito Democratico ha chiesto un chiarimento rispetto alle notizie della RSA Martinelli, emerse negli scorsi giorni a mezzo stampa. Alcune informazioni sembrano allarmanti, sia rispetto alla tutela della salute dei pazienti che per quanto riguarda l’assenza di comunicazione nei confronti delle famiglie».

«Si tratta di una realtà storica della nostra città, il cui consiglio di amministrazione, nominato dal prefetto sulla base di nominativi segnalati dal sindaco, è stato oggetto di un difficile percorso di costituzione che ne aveva addirittura portato all’azzeramento da parte del TAR lo scorso anno».

«Non c’è ovviamente l’intenzione di muovere accuse alla Fondazione, che offre un servizio fondamentale, ma occorre fare chiarezza. Già lo scorso venerdì, in occasione della videoconferenza settimanale che si tiene insieme a tutti i capigruppo, erano state poste queste domande, ma sul tema la giunta si era impegnata a raccogliere le risposte e aveva rimandato a un successivo incontro che il sindaco avrebbe avuto nel weekend con i familiari degli ospiti. Oggi, viene chiesto di rendere pubblico, nei limiti di quanto possibile, lo stato della situazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento