menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Continuano le riunione del Comitato per formulare una proposta

Continuano le riunione del Comitato per formulare una proposta

"Riapriamo il Marconi", le cinque domande del Comitato al Comune

Gli attivisti del comitato non sono soddisfatti delle modalità scelte dal Comune di aprire il bando: «Così si è fatto un passo avanti e due indietro. Ecco le nostre cinque domande all'amministrazione comunale»

Dopo la decisione della giunta comunale di Cinisello Balsamo di indire un bando per una manifestazione di interesse per riportare a migliore vita la struttura ex cinema Marconi (datata 3 luglio) non si fa attendere un commento da parte del comitato “Riapriamo il Marconi”.

I cittadini attivisti del comitato non sono soddisfatti della decisione del Comune: «Così si è fatto un passo avanti e due e più, indietro».

Sono cinque le domande che il comitato pone all’amministrazione comunale.

La prima è sulle tempistiche: «Perché l’amministrazione comunale, al corrente del percorso che il Comitato ha intrapreso con cittadini e associazioni per elaborare una proposta sostenibile di gestione del Marconi, non ha tenuto conto delle necessarie tempistiche che questo lavoro richiede, e ha emanato proprio ora la manifestazione di interesse?».

In effetti il bando è stato aperto nel periodo estivo e scade il 5 settembre: con le vacanze di mezzo il tempo per il Comitato stringe. Qual è il motivo di questa scelta si chiede il comitato?

In terzo luogo ci sono dubbi sulle attività del futuro spazio Marconi: «Quali sarebbero, secondo l’amministrazione comunale, le “altre attività” che i futuri eventuali gestori del Marconi potranno svolgere nella struttura, oltre a quelle cinematografiche, culturali e/o sociali? 

La quarta domanda è sui criteri di valutazione: «Secondo quali criteri l’amministrazione comunale, che non pare avere le idee molto chiare sul futuro del Marconi, “valuterà le varie proposte e delibererà la soluzione progettuale ritenuta più idonea”?».

La quinta è improntata sui requisiti: «Perché si sono stabiliti requisiti così stringenti per i partecipanti alla manifestazione d’interesse (“essere regolarmente iscritto al Registro delle Imprese della Camera di Commercio”), impedendo di fatto la partecipazione di soggetti no-profit, come il comitato stesso?».

Nel frattempo, il comitato annuncia di proseguire gli incontri con cittadini e associazioni per mettere nero su bianco il proprio progetto partecipato di gestione del Marconi, «malgrado gli ostacoli piazzati sul nostro percorso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento