menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polemica sulle condizioni delle strade in città

Polemica sulle condizioni delle strade in città

Drenaggio dei tombini e buche stradali, "duello" Visentin-Ruffa

Dopo aver discusso del parcheggio allagato nel parco Nord il consigliere comunale Riccardi Visentin (Pdl) e l'assessore Ivano Ruffa hanno discusso sui manti stradali a Cinisello e sono uscite parecchie riflessioni

Dal parco Nord alle strade cittadine il passo della polemica è breve e quindi dopo aver discusso del parcheggio allagato nel parco Nord il consigliere comunale Riccardi Visentin (Pdl) e l'assessore Ivano Ruffa hanno parlato e approfondito su Facebook la questione "manti stradali" a Cinisello e sono uscite parecchie riflessioni interessanti.

Il primo a togliersi un sassolino dalle scarpe è Visentin: «In città, anche se le piogge sono state copiose, il drenaggio dei tombini è un problema. Si formano pozze enormi, l'asfalto non tiene e si creano buche profonde e pericolose».

Prosegue Visentin: «Quello che non è accettabile è che troppo spesso i lavori di manutenzione si riducono a semplici rappezzatura del manto stradale, destinate a non resistere nel tempo. Bisogna cambiare mentalità, utilizzando materiali diversi».

La replica è dell'assessore Ruffa: «I lavori di ripristino dei manti stradali sono tutti eseguiti a regola d'arte. Il problema delle buche esiste perché chiaramente gli asfalti non sono eterni e sono soggette all'attrito dei veicoli e alle condizioni climatiche avverse. Quando si formano delle buche si interviene in via "straordinaria" con rappezzi temporanei».

Sottolinea l'assessore: «In questa stagione non è possibile ed è assolutamente sconveniente asfaltare le strade perché la tenuta degli asfalti non è garantita. Per asfaltare l'intera carreggiata si interviene nella stagione calda, altrimenti l'asfalto si sfalderebbe e la tenuta sarebbe ancora peggiore».

Ancora: «In città abbiamo il problema dei pozzetti che nonostante la pendenza corretta delle strade spesso si intasano e non sono in grado di scaricare come dovrebbero. Per tentare di risolvere questo problema abbiamo appena rinnovato la convenzione con Amiacque aumentando la frequenza degli interventi di pulizia dei tombini (dal 20% al 30%) riducendo di un anno la manutenzione ordinaria di tutti i tombini cittadini».

E termina Ruffa: «Il Comune di Cinisello spende ogni anno 1 milione di euro per rifare i manti stradali. Ovviamente non è possibile rifare tutte le strade ogni anno. Ogni strada dei 120 km che insistono sul territorio di Cinisello Balsamo viene asfaltata circa ogni 7/8 anni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento