menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sgombero in Crocetta e chiusura spazio in zona Pertini, è polemica tra la Civica e la Lega

E' scontro politico tra la lista civica di centrosinistra "Cinisello Balsamo Civica" e la Lega a Cinisello Balsamo dopo lo sgombero avvenuto nei giorni scorsi nel rione Crocetta e dopo la chiusura al pubblico della zona adiacente al centro culturale il Pertini

E' scontro politico tra la lista civica di centrosinistra "Cinisello Balsamo Civica" e la Lega a Cinisello Balsamo dopo lo sgombero avvenuto nei giorni scorsi nel rione Crocetta e dopo la chiusura al pubblico della zona adiacente al centro culturale il Pertini.

La civica si chiede se l'operazione sia «lotta all'illegalità o discriminazione» e spiega: «Le recenti azioni dell'amministrazione Ghilardi ci hanno fatto molto riflettere: in particolare la scelta di chiudere le aree adiacenti al Pertini e quella di sgomberare una famiglia che occupava un immobile Aler nel quartiere Crocetta».

Dalla civica incalzano: «Siamo d'accordo sul fatto che l'occupazione di proprietà privata sia illegale, ma si è pensato a soluzioni per questo nucleo familiare che da un giorno all'altro si ritrova senza casa in piena pandemia?».

E prosegue: «Inoltre non è stato affrontato allo stesso modo il rispetto delle norme anti-Covid: si è scelto di chiudere una zona fruibile a tutti per colpa di pochi che non rispettano la legge, i quali si possono spostare in altri luoghi (ad esempio in piazza Gramsci)».

Infine termina: «Quindi nel primo caso vengono punite delle persone lasciandole senza dimora da un momento all'altro, mentre in altre occasioni si preferisce punire la comunità piuttosto solo chi trasgredisce».

Dalla Lega la reazione è veemente: «Post delirante della lista civica di sinistra "Cinisello Balsamo Civica". Sostanzialmente sdoganano il fatto che una famiglia (alcuni con precedenti) occupi abusivamente un immobile, preoccupandosi del fatto che questi signori, dopo essere stati giustamente sgomberati, non abbiano un'altra sistemazione».

Dal Carroccio proseguono: «I signori (per così dire) in questione, sono stati riconsegnati ai servizi sociali di Milano (informarsi prima di scrivere)».

Poi aggiungono: «Per non parlare dell'altra accusa delirante contenuta nel post. Accusano l'amministrazione di avere chiuso (per sicurezza) le aree intorno al Pertini che causavano ogni giorno assembramenti. Gli stessi che si lamentavano con il sindaco all'uscita di ogni consiglio comunale per gli assembramenti presenti fuori dal Comune, adesso dichiarano, che per pochi che non rispettano le regole, pagano tutti».

La Lega continua: ««Per la cronaca, i pochi erano centinaia di persone, in molti casi con mascherine abbassate. Che dire, capiamo il periodo che causa depressione e sbandamento, ma qui siamo di fronte al delirio collettivo di una parte politica che rappresenta le istituzioni cittadine. Fare pace con il cervello prima di scrivere, aiuta a evitare figuracce, fatte al solo scopo di attaccare la giunta che amministra Cinisello Balsamo e il suo sindaco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento