rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Giovanni Frova

Al via la 3ª distribuzione di mascherine, è polemica tra PD e il vice sindaco Berlino

La terza distribuzione di mascherine ai cittadini è avviata, ma è scoppiata una polemica sollevata dal PD per come il Comune l'ha organizzata: auto in via Frova e assembramenti in municipio. Il confronto "social" tra i dem Ruffa e Ghezzi e il vice sindaco Berlino

Da mercoledì 29 aprile è iniziata una nuova distribuzione di mascherine a Cinisello Balsamo, si tratta delle terza dall’inizio dell’emergenza sanitaria legata al propagarsi del Covid-19.

La prima tornata aveva messo a disposizione della cittadinanza un quantitativo importante di mascherine, grazie all’aiuto dei commercianti nell’erogazione.

Una seconda distribuzione ha visto la consegna direttamente al domicilio dei cittadini residenti in zone decentrate e non servite da esercizi commerciali.

Con questa terza distribuzione l’amministrazione comunale recapiterà 40.000 mascherine nella cassetta della posta dei cittadini, sarà interessato l’interno territorio comunale, partendo dalle aree periferiche per poi arrivare alle zone più centrali. In ogni busta saranno presenti 2 mascherine.

A distribuire le mascherine saranno le associazioni dei carabinieri e della guardia di finanza in congedo, dotati di divisa.

Il sindaco Giacomo Ghilardi spiega: «La distribuzione delle mascherine è un lavoro che richiede tempo, sia per quel che riguarda il confezionamento di ogni singola busta, sia per quanto riguarda la loro distribuzione su un territorio vasto come quello del nostro Comune. Chiedo pertanto a tutta la cittadinanza di pazientare, perché le mascherine arriveranno in questi giorni. Ringraziamo i volontari per questo importante lavoro che consente di arrivare nelle case dei cittadini».

Proprio in merito ai preparativi per questa distribuzione si è scatenata una polemica tutta "social" tra gli esponenti del Partito Democratico e il vice sindaco Giuseppe Berlino.

auto volontari davanti al municipio cinisello-2

A scatenare la polemica sono stati il consigliere comunale Luca Ghezzi e il segretario locale del PD Ivano Ruffa che hanno accusato l'amministrazione comunale di mal coordinamento della situazione pubblicando una foto (vedi sopra, ndr) che vede diverse auto parcheggiate in via Frova davanti al municipio.

Così Ghezzi: «Forse il vice sindaco Berlino ha convocato una riunione d'urgenza, forse hanno riaperto via Frova, ma è certo che questa mattina (mercoledì 6 maggio per chi legge, ndr) ci fossero 10 macchine in divieto di sosta davanti al palazzo comunale. Vogliamo rivedere la viabilità a Cinisello Balsamo? Facciamolo! Portiamo il Piano Generale del Traffico Urbano in consiglio comunale e apriamo la discussione».

A replicare prontamente è Berlino: «Caro Luca sei davvero imbarazzante e patetico. Quelle che vedi e che hai prontamente fotografato sono le macchine dei volontari (associazioni dei carabinieri e finanzieri in congedo) a cui ho dato appuntamento questa mattina alle ore 9.00 per venire a ritirare gli scatoloni di mascherine che stanno distribuendo gratuitamente in tutte le caselle postali dei cinisellesi compreso la tu».

Ivano Ruffa controreplica: «E quindi ai volontari può essere permesso di infrangere le regole perché tanto stanno facendo una buona azione? Non sarebbe stato piu logico spostare l'area di smistamento mascherine nel parcheggio del palazzetto a un passo dall'ingresso del Comune? O meglio ancora, non sarebbe stato possibile organizzare i volontari in modo che arrivassero in Comune in orari diversi l'uno dall'altro in modo da limitare anche gli assembramenti? È davvero cosi difficile provare a far le cose per bene?».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la 3ª distribuzione di mascherine, è polemica tra PD e il vice sindaco Berlino

MilanoToday è in caricamento