Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Padre David Maria Turoldo

Protezione Civile contro Ghezzi: «Nuova sede inagibile e zero finanziamenti per il futuro»

A pochi giorni dal voto scoppia il caso della Protezione Civile. Il presidente della sezione locale di Cinisello Balsamo si sfoga: «Siamo stufi di essere trattati a pedate nel sedere. Se chi vince le elezioni non sposerà il progetto degno, traslocheremo in un altro Comune»

A pochi giorni dal voto scoppia il caso della Protezione Civile di Cinisello Balsamo. Nella giornata di lunedì 4 giugno è stata siglata la convenzione, per il biennio 2018/2019, tra il Comune di Sesto San Giovanni e la Protezione Civile di Cinisello Balsamo per gli interventi sul territorio.

La Protezione Civile quindi opererà su entrambi i territori senza limiti e confini, ma il problema è nato quando a maggio è stata consegnata la nuova sede a Cinisello Balsamo, proprio sulla fine di mandato della giunta Trezzi e il presidente della sezione locale della Protezione Civile si sfoga.

Così Vincenzo Acquachiara: «Per noi della Protezione Civile di Cinisello Balsamo sono stati cinque anni fallimentari grazie all’operato dell'assessore Luca Ghezzi che non è mai stato il nostro assessore (con delega alla Protezione Civile, ndr), è sempre stato assente facendoci delle convenzioni che neanche un Comune di 3000 abitanti avrebbe fatto convenzioni firmate e siglati il 28 o 29 dicembre dell’anno in essere».

Prosegue il presidente: «Quando invece queste convenzioni andrebbero fatte nei primi quattro mesi dell’anno e a oggi mi spiace caro assessore alla Protezione Civile di Cinisello Balsamo non ha una convenzione in essere. Abbiamo atteso la nuova sede per anni, finalmente è stata trovata una location che fa al caso nostro peccato che non ci possiamo entrare in quanto inagibile e servono 250.000 euro per sistemarla. Purtroppo negli incontri fatti le scorse settimane con MoVimento 5 Stelle e Lega, entrambi ci hanno detto che a bilancio per i prossimi tre anni per la Protezione Civile c'è zero».

Prosegue Acquachiara: «Grazie ancora grazie da parte mia e di tutti i miei uomini, abbiamo lavorato sodo cinque anni, abbiamo accontentato tutti icittadini, abbiamo fatto delle cose grandi, non grazie a voi (la giunta, ndr), ma grazie ai miei uomini che si sono sempre impegnati, E hanno dato sempre dato il massimo».

Poi chiude: «Se c’è qualche assessore che bisogna ringraziare quelli sono Gianfranca Duca e Ivano Ruffa con i quali abbiamo collaborato. Ci vorrebbe una conferenza stampa per sbrigare tutte le cose che non sono andate bene adesso, siamo stufi di essere trattati a pedate nel sedere quindi chiunque vinca le elezioni o sposerà il progetto di una Protezione Civile degna di un Comune come Cinisello Balsamo oppure siamo prontissimi a traslocare in una nuova sede di un altro Comune».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione Civile contro Ghezzi: «Nuova sede inagibile e zero finanziamenti per il futuro»

MilanoToday è in caricamento