rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Ruffa (PD) vs Raho (Lega): «Mente ai cittadini sulle telecamere», lei: «Capovolgi la realtà»

Il segretario DEM Ruffa attacca la consigliera Raho, accusata di vantarsi di un progetto (la video sorveglianza nel quartiere Crocetta) a cui era inizialmente ostile. Proprio la consigliera poi ha replicato a muso duro, smentendo le accuse del segretario del PD

A Cinisello Balsamo non si placano gli animi tra il Partito Democratico e la Lega, con l'eterno scontro tra il segretario locale Ivano Ivano Ruffa e i consiglieri comunali del Carroccio. Stavolta nel mirino dell'esponente PD è finita la consigliera Maria Concetta Raho, accusata di vantarsi di un progetto (la video sorveglianza nel quartiere Crocetta) a cui era, secondo Ruffa, inizialmente ostile. Proprio la consigliera poi ha replicato a muso duro, smentendo categoricamente le accuse del segretario dem.

Le accuse di Ruffa nascono da un'affermazione della consigliera Raho che festeggia l'arrivo delle prime telecamere di video-sorveglianza: «Dalle parole ai fatti. Grazie a tutti coloro che in questi anni hanno lottato perché questo sogno potesse diventare realtà. Grazie al sindaco Giacomo Ghilardi, per aver lottato al nostro fianco, grazie alla giunta e a tutta la maggioranza. Grazie a tutti i cittadini che hanno accompagnato questo progetto. Ora il quartiere Crocetta sarà più sicuro e finalmente potrà tornare a contare».

Queste le parole di Ruffa dopo le parole di Raho: «Eccoci nuovamente qua per dire che negli anni scorsi al quartiere Crocetta abbiamo pensato davvero e con molti progetti e investimenti. Uno di questi investimenti è il progetto di videosorveglianza cittadina e di controllo dei varchi di accesso alla città con telecamere ocr (quelle in grado di leggere le targhe dei veicoli)».

Prosegue il segretario: «Questo progetto lo ha pensato e deliberato la giunta Trezzi nella scorsa legislatura. È arrivato in consiglio comunale nella scorsa legislatura. È tutto un progetto nostro per il futuro della città e delle sue periferie. È un progetto diviso in 2 lotti. Il primo da 500.000 euro di investimento e il secondo di altre 200.000 euro».

Continua Ruffa: «Per questo progetto c'è da ringraziare i tecnici del Comune di Cinisello Balsamo (arch. Roberto Galli, arch. Matteo Ghezzi e gli altri tecnici dei lavori pubblici, oltre che il comandante della polizia locale Fabio Crippa e il vice comandante Nello Roveto con i loro collaboratori e i tecnici informatici a supporto del dott. Giuseppe Camminata per il cablaggio in fibra ottica della città)».

Poi l'attacco: «La giunta Ghilardi però non c'entra nulla. Come nulla c'entra il vantarsi della consigliera leghista Maria Concetta Raho che nella riunione del 2017 di presentazione del progetto in Crocetta si era pure dichiarata contraria».

E affonda duramente: «Raho ha partecipato a quella riunione di presentazione dei progetti, ha chiesto la parola e ha parlato per 10 minuti solo di topi ed è stata zittita da tutti i presenti in sala che invece volevano conoscere i progetti di riqualificazione. Ecco, se non se lo ricorda, glielo ricordo io. Sta di fatto che adesso sta mentendo ai cittadini del suo quartiere vantandosi di un progetto a cui non ha contribuito per nulla. Quindi abbia almeno l'accortezza di raccontare la verità. I cittadini non sono stupidi».

A stretto giro arriva la replica di Raho: «Mi scusi Ruffa mi può spiegare a cosa si riferisce? Contraria per cosa? Per il servizio di video di sorveglianza? Per le telecamere? Guardi forse che ha preso un abbaglio perché le lotte di questo quartiere per avere le telecamere sono più che note come sono note le battaglie dei cittadini. Il solo progetto in cui non ero d'accordo è la passerella viale Romagna-Fulvio Testi: progetto troppo articolato e troppo oneroso. Faccia chiarezza prima di fare affermazioni così poco rispondenti alla realtà».

Infine chiude: «Capisco il dramma di non essere neanche consigliere, ma questo non dà a Ruffa la facoltà di denigrare, di capovolgere e negare le nostre battaglie. Inoltre in più occasioni noi cittadini ci siamo recati dall'ex sindaco per chiedere con forza le telecamere. La smetta di fare propaganda e di offendere i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruffa (PD) vs Raho (Lega): «Mente ai cittadini sulle telecamere», lei: «Capovolgi la realtà»

MilanoToday è in caricamento