Martedì, 21 Settembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

M5, PD e "Cinisello Civica": «Facciamo chiarezza, la giunta smetta di vendere fumo»

Il PD cinisellese e la lista civica "Cinisello Balsamo Civica" intervengono sulla questione del prolungamento della M5 che riguarda da vicino Cinisello (che avrà le sue fermate) a attacca la giunta di centrodestra: «Basta parole, necessarie visione comune e proposte concrete»

Quattro esponenti del PD (Ivano Ruffa, Andrea Catania, Luca Ghezzi e Daniele Calabria) presenti all'inaugurazione del Memorial Scirea

Il Partito Democratico e la lista civica "Cinisello Balsamo Civica" tornano nel merito della questione della metropolitana M5 che verrà prolungata da Milano a Monza, passando per Cinisello Balsamo. Il tema è stato più volte affrontato nel recente passato, ma nelle ultime settimane è diventata centrale la possibile eliminazione della fermata dell'ospedale Bassini e lo spostamento di un'altra lungo via Matteotti.

Qui di seguito riportiamo il loro comunicato congiunto:

«Nelle scorse settimane, fiumi di inchiostro sono stati versati in merito al progetto di prolungamento della linea lilla della metropolitana. I gruppi consiliari del Partito Democratico e della lista "Cinisello Balsamo Civica" vogliono fare chiarezza in merito:

  1. Riaffermiamo con forza la strategicità di questo progetto che abbiamo voluto fortemente e che abbiamo portato a casa negli scorsi cinque anni nonostante inizialmente fosse previsto che il percorso passasse dal Comune di Sesto San Giovanni e, soprattutto, il prolungamento verso nord della lilla non fosse neanche considerato una priorità nazionale in termini di investimenti.
  2. La proposta presentata e sostenuta dalla passata amministrazione era quella comunicata pubblicamente prima delle elezioni. Nessuno ha autorizzato lo stralcio o lo spostamento di fermate. La proposta avanzata da MM ad agosto ha pertanto valore tecnico.
  3. Piuttosto che fare polemiche, siamo pronti a sostenere una battaglia comune per mantenere la fermata del Bassini e siamo disponibili a valutare ogni proposta che possa migliorare il progetto, ma tutto questo deve rispettare la sua sostenibilità senza metterlo a rischio e, inoltre, deve garantire ai quartieri di Crocetta, Cornaggia e Bettola di essere adeguatamente serviti in modo da favorire il rilancio e la riqualificazione che i cittadini chiedono da tempo.
  4. Ricordiamo anche che sui tavoli regionali è presente una proposta di Lega e 5 Stelle per lo sbinamento della linea, con l’obiettivo di portare un secondo capolinea a Cinisello Balsamo. Se si crede davvero anche a questa possibilità, allora occorre guardare a tutti gli interventi, compreso quello attuale, in modo più ampio per non fare errori.

Prosegue il comunicato: «Il progetto va presentato al ministero entro autunno e, per legge, deve rispettare un dato rapporto costi/benefici se no rischia di non essere autorizzato, indipendentemente dalla volontà politica. I tempi sono stretti, c’è un nuovo ministro che non si è mai espresso se considera una priorità o meno il prolungamento della lilla, le risorse a livello nazionale sono scarse...tutti elementi che ci indicano quanto il terreno su cui ci muoviamo sia scivoloso e quanto dovremmo giocare di squadra piuttosto che lanciarci in polemiche locali».

Infine chiude: «Se la nuova amministrazione ha delle proposte di modifica le condivida pubblicamente assieme agli studi tecnici ed economici di sostenibilità, altrimenti la smetta di vendere fumo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5, PD e "Cinisello Civica": «Facciamo chiarezza, la giunta smetta di vendere fumo»

MilanoToday è in caricamento