Lunedì, 17 Maggio 2021
Cinisello Balsamo Via Donato Frisia

Trezzi: «Moschea abusiva, attesa per progetto o faremo esposto»

Non si placa la polemica sul centro islamico abusivo presente in via Frisia e a rintuzzare la fiamma stavolta è lo stesso sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi: «Gli islamici non possono pregare nel capannone»

Il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi

Non si placa la polemica sul centro islamico abusivo presente in via Frisia e a rintuzzare la fiamma stavolta è lo stesso sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi.

Dopo le accuse, ripetute, della Lega Nord, la risposta della comunità islamica e le precisazioni dell'amministrazione comunale, Siria Trezzi torna sull'argomento su il Giorno.

Così Trezzi: «Il capannone di via Frisia è adibito a ospitare attività produttive, non di culto».

E poi risponde alla Lega Nord: «Non siamo immobili, abbiamo effettuato i sopralluoghi e abbiamo spedito a proprietà e affittuari un avviso. Se le preghiere continueranno in quel capannone, faremo un esposto. Stiamo a oggi aspettando il progetto dalla comunità islamica».

Il procedimento per sbloccare la situazione è tortuoso e molto lungo: la comunità islamica deve presentare un progetto urbanistico sul capannone in questione per farlo diventare una "moschea" (o generico luogo di culto). Poi la giunta comunale deve fare le sue osservazioni sul progetto e si devono iniziare i lavori.

Insomma, non una cosa di pochi mesi e nel frattempo gli islamici dove pregheranno se non potranno più farlo in via Frisia?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzi: «Moschea abusiva, attesa per progetto o faremo esposto»

MilanoToday è in caricamento