menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Denunce tra ambulante e polizia

Denunce tra ambulante e polizia

Giovane cinisellese insultato e picchiato, la polizia: «Calunnie»

Una possibile storia di razzismo e violenza che da Rezzato arriva a Cinisello e coinvolge la polizia della cittadina bresciana, emerge in questi giorni tra accuse, difese e due versioni opposte

Una possibile storia di razzismo e violenza che da Rezzato, in provincia di Brescia, arriva a Cinisello Balsamo e coinvolge la polizia locale della cittadina bresciana, emerge in questi giorni tra accuse, difese e due versioni diametricalmente opposte.

Da una parte la versione di un ragazzo senegalese di 29 anni (raccontata a Radio Onda d'Urto), residente a Cinisello Balsamo, che lo scorso 13 novembre è stato fermato dalla polizia locale fuori da un centro commerciale.

Per il senegalese, mentre stava vendendo un braccialetto a un uomo, la polizia è comparsa per un controllo: subito dopo tre poliziotti avrebbero cominciato a malmenarlo e insultarlo.

Il ragazzo, lasciato andare con una denuncia per resistenza e oltraggio, è poi andato in ospedale e gli è stata diagnosticata una prognosi di dieci giorni.

Per la polizia di Rezzato invece il ragazzo, raggiunto su segnalazione di un cittadino per minacce, avrebbe opposto resistenza alla richiesta dei documenti e nessuno l’avrebbe toccato. La polizia ha sporto denuncia per calunnia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento