menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il prefetto Tronca e il sindaco Trezzi

Il prefetto Tronca e il sindaco Trezzi

Tronca ai politici di Cinisello: «Servono fatti invece che retorica»

Francesco Paolo Tronca, nominato da pochi mesi prefetto di Milano, come vi abbiamo annunciato, venerdì mattina 29 novembre ha visitato in forma ufficiale la città di Cinisello Balsamo. Ecco cosa ha detto

Francesco Paolo Tronca, nominato da pochi mesi prefetto di Milano, come vi abbiamo annunciato, venerdì mattina 29 novembre ha visitato in forma ufficiale la città di Cinisello Balsamo.

Ad attenderlo in aula consigliare del palazzo comunale c’erano il sindaco Siria Trezzi e una rappresentanza degli amministratori comunali. 

Prima dell’incontro, il sindaco ha voluto mostrare al prefetto le principali complessità, ma anche presentare le eccellenze cittadine accompagnandolo tra le vie dei quartieri Sant’Eusebio e Crocetta e concludendo la vista al Museo di Fotografia Contemporanea e al centro culturale Pertini.

«Ho davvero apprezzato l’opportunità di toccare con mano la realtà cittadina e respirarne lo spirito. - ha cominciato così il suo intervento Francesco Paolo Tronca, che durante il giro per la città ha voluto entrare anche in un bar del quartiere Crocetta.

«Ho notato una forte presenza di fasce deboli e su questi occorre impegnarsi. Il prefetto non si occupa solo di sicurezza e di legalità, ma anche di solidarietà e di dignità dell’uomo nel rispetto dei valori costituzionali. Le forze dell’ordine stanno svolgendo un lavoro eccellente con estremo rigore per fare rispettare le regole».

Il prefetto ha poi rivolto una raccomandazione agli amministratori presenti: «Invito gli amministratori a non avere paura e a essere determinati nel portare avanti i progetti con coraggio etico. Necessitiamo di un salto di qualità culturale, la gente è stanca di retorica, occorrono fatti e forte pragmatismo. Dobbiamo spendere poche parole e mostrare i risultati».

Parlando di Cinisello Balsamo il prefetto ha poi concluso che è «un punto nevralgico nella provincia di Milano. Il prefetto è presente qui come nel capoluogo perchè la collettività è sempre la stessa. Ho un desiderio: fare qualcosa per Cinisello Balsamo perchè possa essere ricordato come un prefetto attento ai fatti e poco propenso all’esercizio retorico».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento