Cinisello BalsamoToday

L'acqua è uguale per tutti. Il 5 aprile presidio di "Spazio 20092" sotto agli uffici comunali

Da qualche settimana lo Spazio 20092, in via Cremona 10 a Cinisello Balsamo, spazio sociale autogestito e "in rotta" con l'amministrazione comunale, si trova a rischio di chiusura dell'acqua. Da qui nasce l'idea di un presidio in piazza Confalonieri

"L'acqua è uguale per tutti". Questo è il grido dello "Spazio 20092" di via Cremona 10 a Cinisello Balsamo che ha indetto per mercoledì 5 aprile un sit-in in piazza Confalonieri alle 17:30.

Proprio dall'organizzazione spiegano le motivazioni: «Da qualche settimana lo Spazio 20092, unica vera struttura d’emergenza per i senza casa in città e spazio sociale autogestito, si trova a rischio di chiusura dell'acqua. A breve i funzionari di Amiacque potrebbero staccare l’utenza, cancellando così uno dei diritti fondamentali di ciascun cittadino e negando un bene comune - l'acqua - a decine di bambini e bambine».

Da qui la richiesta: «Chiediamo che il Comune di Cinisello Balsamo faccia da mediatore con l'azienda idrica affinché sia possibile stabilire un nuovo contratto di allacciamento del servizio e chiediamo a tutti gli abitanti di Cinisello, alle realtà politiche e sociali del territorio, sostegno e solidarietà, firmando un appello e partecipando al presidio sotto agli uffici comunali».

Lo Spazio 20092 esiste da quasi due anni a Cinisello Balsamo: «E' un’esperienza senza precedenti a Cinisello Balsamo. Uno delle migliaia di edifici vuoti, si è trasformato nello Spazio 20092: una struttura d’emergenza per le tante famiglie sfrattate della città ed anche molto di più. Quotidianamente lo Spazio è attraversato da centinaia di persone che partecipano alle sue attività».

Proseguono gli attivisti: «Oggi quest’esperienza è messa a repentaglio, a causa dell’articolo 5 del "Piano Casa" il quale ha impedito, nonostante le richieste e la disponibilità di chi vive e partecipa allo "Spazio 20092", la possibilità di sottoscrivere un allacciamento per l’utenza dell’acqua».

L'appello all'amministrazione cinisellese: «Vogliamo pagare quanto ci spetta e sottoscrivere un nuovo contratto regolare; per questo motivo abbiamo richiesto un incontro con l’amministrazione cittadina che non può permettere che decine di suoi cittadini (molti dei quali minori) rimangano senz’acqua».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La chiusura: «Tagliare l’acqua, o lasciare che altri lo facciano, in una struttura abitata, costituisce una chiara negazione dei diritti all’infanzia e dei più basilari diritti umani ed equivale a negare salute e dignità di decine di persone. L’acqua, ancor più della casa, è un diritto che non può essere negato a nessun essere umano. I diritti dei bambini non si cancellano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento