rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cinisello Balsamo Stazione Centrale / Viale Brianza

Scandalo della passerella ciclopedonale, a processo il 17/3

I cinque imputati dello scandalo della passerella ciclopedonale di viale Brianza sono stati rinviati a giudizio e saranno processati il 17 marzo presso il tribunale di Monza. Ecco i loro nomi e le accuse

I cinque imputati dello scandalo della passerella ciclopedonale di viale Brianza sono stati rinviati a giudizio e saranno processati il 17 marzo presso il tribunale di Monza.

Le cinque persone in cui gira attorno l'inchiesta si dovranno difendere dalle pesantissime accuse di attentato alla sicurezza dei trasporti e di minacce. Tutti e cinque gli imputati respingono le accuse.

Ricordiamo i loro nomi e le loro cariche: Mario Vuolo (amministratore della Carpenfer di Castellammare di Stabia); Pasquale Vuolo (il figlio di Mario), Alfio Cirami (il direttore di cantiere), Edmondo Troisi (il direttore tecnico dei lavori) ed Ernesto Valiante (amministratore di Italsoa spa).

All'udienza preliminare si sono costituiti parte civile il Comune di Cinisello Balsamo, Anas e Impregilo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo della passerella ciclopedonale, a processo il 17/3

MilanoToday è in caricamento