rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Donato Bramante, 15

Al via in via Bramante 15 il progetto pilota per studiare la raccolta puntuale dei rifiuti

Il progetto si chiama "Fai la differenza - Metti i rifiuti al proprio posto", è stato presentato da Nord Milano Ambiente, dal Comune di Cinisello Balsamo e da UniAbita nella mattinata di giovedì 25 marzo e coinvolgerà circa 325 famiglie per più di 850 abitanti

Nella mattinata di giovedì 25 aprile il progetto pilota "Fai la differenza-Metti i rifiuti al proprio posto!" promosso dal Comune di Cinisello Balsamo, Nord Milano Ambiente Spa (la società in-house che si occupa dei servizi di igiene urbana nel territorio comunale) e UniAbita, la più grande cooperativa edificatrice d’Italia.

Il progetto nasce per mettere le basi a uno studio di fattibilità della raccolta puntuale di rifiuti nel Comune di Cinisello Balsamo, identificando come luogo simbolo il caseggiato di via Bramante 15, in cui vivono attualmente circa 325 famiglie per più di 850 abitanti, con l’obiettivo di coinvolgerli attraverso azioni di comunicazione mirata per sensibilizzare e incrementare la raccolta differenziata.

Dopo un primo periodo di prova, Nord Milano Ambiente analizzerà la quantità dell’indifferenziato e la qualità dei rifiuti raccolti per valutare l’efficacia del progetto. Una corretta raccolta differenziata dei rifiuti è un dovere e una responsabilità civica e seguire le regole che consentono il recupero dei materiali di scarto vuol dire rispettare gli altri e l’ambiente in cui viviamo.

Il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi spiega: «L’applicazione della tariffa puntuale è certamente una sfida avveniristica per Cinisello Balsamo. Non siamo un piccolo Comune e sappiamo bene le difficoltà che abbiamo avuto e che stiamo ancora avendo nel percorso del corretto conferimento differenziato. Questo progetto è molto importante per la nostra città perché è la base dello studio di fattibilità della possibile raccolta puntuale, e della conseguente possibile tariffa puntuale. Perciò ringrazio gli attori in campo in questo studio, che ci darà una fotografia importante di ciò che si potrà fare, nella consapevolezza della specificità e delle difficoltà di una città come la nostra».

Il vice sindaco e assessore all’ambiente Giuseppe Berlino commenta: «La corretta raccolta differenziata dei rifiuti è un dovere e una responsabilità civica. Seguire le regole che consentono il recupero dei materiali di scarto vuol dire rispettare gli altri e l’ambiente in cui viviamo. Questo progetto è un esempio di quello che le istituzioni possono fare per aiutare i cittadini e facilitarli nel compito non sempre facile di separare correttamente i rifiuti e raggiungere migliori obiettivi nel recupero. Un’informazione corretta e più capillare, possono essere un valido aiuto per arrivare ad avere ambienti più puliti, sani e vivibili. La mia speranza è che questo progetto consenta alla città di Cinisello Balsamo di migliorare le proprie performance di raccolta differenziata, che si traducono anche in risparmio economico per l’utente finale. Negli ultimi anni abbiamo fatto molto, ma possiamo fare di più. La comunicazione è fondamentale e questo progetto va in questa direzione».

Dal 16 febbraio al 16 marzo, ogni martedì e venerdì, in concomitanza con il consueto ritiro dei rifiuti, Nord Milano Ambiente ha analizzato la condizione abituale della raccolta rifiuti nel caseggiato, che ha portato ad una fotografia attuale della raccolta differenziata dei rifiuti che vede la raccolta differenziata pari al 62% dei rifiuti, un buon risultato, leggermente superiore rispetto alla media cittadina, ma in alcune circostanze non conforme alla raccolta del rifiuto.

Per questo a partire dal 25 marzo, il progetto ha l’obiettivo di il coinvolgere gli abitanti con un’azione di comunicazione di sensibilizzazione mirata che verrà svolta attraverso volantini informativi distribuiti a tutti i residenti del caseggiato, l’attivazione del pulsante dedicato ‘invia e-mail’ sulla pagina Facebook di Nord Milano ambiente per la richiesta d’informazioni, l’installazione di nuovi raccoglitori e tre nuove raccolte: farmaci, pile e oli alimentari all’interno delle quattro isole ecologiche dislocate nel caseggiato di Via Bramante.

Dal 16 febbraio al 16 marzo Nord Milano Ambiente ha effettuato la pesatura di ogni ritiro dei rifiuti del caseggiato e la verifica della corretta separazione della differenziata. I Risultati ottenuti sono buoni e i residenti si dimostrano essere virtuosi verso la raccolta differenziata dei rifiuti. Nella fascia temporale definitiva, il caseggiato ha prodotto 5.950 kg di rifiuti indifferenziati (pari al 37,85% di raccolta differenziata).

Per quanto riguarda la raccolta differenziata, nel mese di competenza sono stati raccolti 2.070 kg di carta (pari al 13,17% di raccolta differenziata), 1.520 kg di plastica (pari al 9,67% di raccolta differenziata) 2.330 kg di vetro (pari al 14,82% di raccolta differenziata), 3.850 di umido (pari al 24,49% di raccolta differenziata) raggiungendo il 62,15% di raccolta differenziata sul totale raccolto.

L'amministratore unico di Nord Milano Ambiente Sandro Sisler aggiunge: «La nostra azienda sta operando per perseguire una serie di obiettivi ambiziosi, che passano attraverso la riorganizzazione e l’ottimizzazione delle risorse. Il percorso verso la raccolta puntuale è certamente lungo per la difficoltà operativa vista la densità abitativa di Cinisello Balsamo. Il nostro impegno in questo studio è nel valutare quali azioni sono necessarie e la loro fattibilità in un processo di raccolta puntuale».

La prima fase del progetto terminerà il 25 aprile. Due mesi focalizzati alla sensibilizzazione e incentivazione alla raccolta differenziata dei rifiuti affiancati ad una serie di azioni per tutti coloro che s’impegneranno a svolgere una corretta raccolta differenziata e che vedrà il riconoscimento di un premio se il caseggiato riuscirà a raggiungere la percentuale del 64% di raccolta differenziata.

Al termine del periodo di prova, Nord Milano Ambiente provvederà ad analizzare nuovamente la quantità dell’indifferenziato e la qualità della raccolta rifiuti, così da valutare l’efficacia del progetto.

Il presidente di UniAbita Pierpaolo Forello analizza: «Il buon dato di partenza emerso dalla prima pesatura dei rifiuti sul nostro caseggiato più grande, via Bramante 15, è per noi motivo di orgoglio. UniAbita ogni giorno attraverso le bacheche elettroniche, la collaborazione coi Comitati e nuove assegnazioni consapevoli, invita i propri abitanti a prestare la massima attenzione alla differenziazione dei rifiuti ricordando che fare la raccolta differenziata è un importante segno di civiltà».

Forella conclude: «“Fai la differenza” ben si inserisce nella nostra campagna quotidiana di lavoro sinergico con gli abitanti che punta al rispetto dell’ambiente e del territorio in cui viviamo. UniAbita è una importante realtà cittadina e da sempre il lavoro di squadra e l’attenzione ai territori sono valori cooperativi per noi importanti. Poniamo sempre molta attenzione a ricordare che il comportamento scorretto di alcuni ricade su tutti i soci abitanti e sulla qualità della città in cui viviamo. È una sfida difficile in cui crediamo molto e per questo abbiamo messo in palio un premio per il caseggiato di 5.000 euro, qualora gli abitanti riuscissero a far crescere ancora di più la percentuale della raccolta differenziata e migliorarne la qualità, incrementando anche il servizio attraverso i nuovi bidoni destinati ai rifiuti speciali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via in via Bramante 15 il progetto pilota per studiare la raccolta puntuale dei rifiuti

MilanoToday è in caricamento