rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile, 4

Il centrodestra pubblica il programma di mandato 2018-2023, ecco gli obiettivi

Il centrodestra unito che candida alla carica di sindaco Giacomo Ghilardi ha pubblicato il proprio programma di mandato 2018-2023, firmato da una coalizione formata da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, NOI con L'ITALIA, "La Tua Città" e "Cittadini Insieme"

Il centrodestra unito che candida alla carica di sindaco di Cinisello Balsamo il trentaduenne Giacomo Ghilardi ha pubblicato ufficialmente il proprio programma di mandato 2018-2023, firmato da una coalizione formata da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, NOI con L'ITALIA, "La Tua Città" e "Cittadini Insieme".

Come annunciato dallo stesso Ghilardi, non ci sono all'interno promesse mirabolanti o progetti faraonici, ma idee per trasformare Cinisello Balsamo "in un polo moderno e dinamico".

Una Cinisello che, dopo anni di governo centrosinistra, ha visto "aumentare disagi e sofferenza" e che quindi deve tornare ad avere "come riferimento i cittadini".

Il programma, che è suddiviso in dieci macro-aree, poggia le sue fondamenta su tre punti essenziali: la cura per le persone e dei loro diversi bisogni; il buonsenso di cambiare attraverso l'innovazione e nel rispetto del territorio; i progetti che vogliono consegnare ai cittadini di oggi e del futuro una città viva, che lavora, che cresce e si sviluppa.

I dieci punti che caratterizzano fortemente il programma sono:

  1. Più sicurezza (potenziamento del corpo di polizia locale, controllo capillare dei fenomeni migratori, prevenzione della criminalità, video-sorveglianza, potenziamento illuminazione pubblica, et…);
  2. Più decoro e meno degrado (manutenzione del verde pubblico, piano di sviluppo del Grugnotorto, energia green, piano sull'amianto, revisione del PGT, etc…);
  3. Rilancio delle aree esterne (decentramento dei servizi comunali, presidio della polizia locale in Crocetta, 
  4. Prima la nostra gente (sgomberi, precedenza nei bandi di edilizia convenzionata a chi ha contribuito alla crescita della città pagando le tasse e risiedendo in città da anni, etc…);
  5. Persone e famiglia (educazione e istruzione al primo posto, creazione di punti riferimento chiari per le istituzioni scolastiche, etc…);
  6. Facciamo rete! Insieme possiamo (promozione dello sport, sostegno ad associazioni e volontariato, etc…);
  7. Al lavoro! Commercio e Impresa (stop all'insediamento di centri commerciali oltre a quelli già decisi, potenziamento del sostegno alla ricerca attiva del lavoro, etc…);
  8. Meno tasse (abolizione del canone patrimoniale non ricognitorio, riduzione progressiva IRPEF, riequilibrare TARI, incentivi fiscali ai proprietari di alloggi sfitti per stipulare convenzioni con il Comune, etc…);
  9. Viabilità, trasporti e sosta (aggiornamento del piano urbano del traffico, revisione delle tariffe di sosta e delle convenzioni con ATM, creazione di nuove piste ciclabili su corsia autonoma, promozione della mobilità elettrica, etc…);
  10. Semplificazione, partecipazione e trasparenza (valorizzazione delle competenze del personale del Comune, studio di fattibilità dei consigli comunali aperti alla cittadinanza, etc…).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra pubblica il programma di mandato 2018-2023, ecco gli obiettivi

MilanoToday è in caricamento