menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Labsus e l'amministrazione condivisa dei beni comuni

Labsus e l'amministrazione condivisa dei beni comuni

Nuova sinergia tra cittadini e Comune, nasce il regolamento per la gestione dei beni comuni

Il regolamento per la gestione dei beni comuni è uno strumento per organizzare la partecipazione dei cittadini alla cura e rigenerazione di beni comuni destinati a esclusivo uso pubblico, come spazi verdi, strutture in disuso e anche servizi

Anche Cinisello Balsamo, come altre città quali Bologna, Bergamo, Torino, Monza, ha il suo "Regolamento per la gestione dei Beni Comuni".

Dopo alcuni incontri di presentazione alle associazioni e ai cittadini e l’avvio di laboratori civici per raccogliere contributi e confrontarsi su possibili soluzioni a problematiche di interesse generale, nella serata di martedì 27 settembre in consiglio comunale è stato approvato a maggioranza il regolamento, con una sola astensione (Movimento 5 Stelle).

Questo percorso è stato accompagnato da Labsus, una delle realtà che ha offerto un modello concreto di realizzazione in diverse città italiane.

Spiega l'assessore alle politiche sociali Gianfranca Duca: «Il regolamento offre l’opportunità di realizzare nuovi patti tra l’amministrazione e cittadini, soprattutto di costruire legami tra cittadini e aggregare».

Contestualizza Duca: «In gioco c’è la rigenerazione di spazi comuni, in particolare quelli poco sfruttati o inutilizzati, di cui i singoli cittadini o le associazioni possono prendersi cura, rigenerare e utilizzare offrendo il loro contributo di generosità e creatività a servizio dell’intera collettività».

Il regolamento per la gestione dei beni comuni infatti è uno strumento per organizzare la partecipazione dei cittadini alla cura e rigenerazione di beni comuni destinati a esclusivo uso pubblico, come spazi verdi, strutture in disuso e anche servizi.

Un modo per garantire la cittadinanza attiva a favore della città, attraverso i "Patti di Collaborazione" con singoli cittadini o associazioni.

In questo modo si costruiscono risposte non più a senso unico dall'amministrazione ai cittadini, bensì dando la possibilità alle energie e alle competenze diffuse in città di organizzare buone pratiche e soluzioni innovative a bisogni di qualità della vita.

Interviene anche il sindaco cinisellese Siria Trezzi: «Cinisello Balsamo è una città vivace e generosa in cui sono già presenti alcuni esempi di cittadinanza attiva che tuttavia non sono riconosciuti, con il patto di collaborazione potranno essere valorizzati nel giusto modo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento