Cinisello BalsamoToday

Querelle con Asa, la gestione della pista di pattinaggio di via Mozart torna al Comune

Risale allo scorso gennaio la richiesta della società ITK al gestore Asa dell'utilizzo dell'impianto di pattinaggio in via Mozart, ad oggi nessun accordo è stato trovato tra le due società in merito agli orari di utilizzo. Dopo diversi tentativi di mediazione il Comune ha deciso per la revoca della gestione

La pista di pattinaggio di via Mozart torna in gestione al Comune

Dopo diversi tentativi di mediazione, da ultimo anche una lettera di richiesta di revisione degli orari di utilizzo della pista per consentire la condivisione della stessa con la società ITK Cinisello, l'amministrazione comunale ha deciso di revocare all'associazione sportiva ASA la gestione dell'impianto di via Mozart.

L'impianto torna quindi in capo all'amministrazione comunale in modo da poter garantire l'equo servizio ad entrambe le società.

Risale allo scorso gennaio la richiesta della società ITK al gestore Asa dell'utilizzo dell'impianto di pattinaggio in via Mozart, ad oggi nessun accordo è stato trovato tra le due società in merito agli orari di utilizzo.

In relazione al tema della sicurezza da garantire in questo tempo di emergenza sanitaria, la società ITK si era impegnata al rispetto dei protocolli anti Covid, facendosi altresì carico di ulteriori spese al fine di andare incontro a tutte le esigenze del gestore.

L'assessore allo sport Daniela Maggi spiega: «Abbiamo fatto il possibile per mediare, e far trovare una soluzione di accordo tra le due società, tuttavia ad oggi gli atleti di ITK non accedono alla struttura e sono costretti ad allenarsi per strada, mettendo così a repentaglio l'incolumità degli atleti».

Maggi prosegue: «E' stata una scelta difficile, ma necessaria per il bene dei ragazzi. L'intervento dell'amministrazione garantirà il servizio della pista in modo equo ad entrambe le società sportive. Non era questa la soluzione a cui si voleva arrivare, ma ad essere penalizzati, in una situazione come questa, non possono e non devono essere i bambini e i ragazzi che praticano lo sport».

Vista la ripetuta violazione dell'obbligo contrattuale, l'amministrazione comunale ha provveduto a comunicare ad ASA la sospensione del contratto. Quest'ultimo, infatti, prevede che la struttura debba mantenere una funzione pubblica a tutti gli effetti e non debba caratterizzarsi ad uso esclusivo del gestore, convenendo che, per tutta la durata della convenzione, la pista sia aperta alla comunità e all'intero associazionismo locale e culturale senza distinzioni di sorta.

Sempre per contratto, la concessionaria deve garantire, su indicazione dell’amministrazione, spazi per le associazioni di pattinaggio a rotelle di Cinisello Balsamo o di altri Comuni per le attività di allenamento settimanale.

L’amministrazione si riserva, inoltre, la facoltà di richiedere spazi per altre associazioni per discipline sportive compatibili con le caratteristiche strutturali e tecniche dell’impianto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento