rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Il rilancio di Bettola tra Auchan, parcheggi, bici e Grugnotorto

La proposta di un privato coinvolge Bettola in un rilancio in ottica "Città Metropolitana": ampliamento dell'Auchan, parcheggi per auto e bici in zona metro, posti di lavoro e patrimonio pubblico del Grugnotorto

E’ stata presentata nei giorni scorsi dall’operatore privato “Immobiliare Europea” la proposta preliminare di variante al Programma di Intervento Integrato Bettola, dove è attualmente collocato il centro commerciale Auchan.

Ora spetterà all’amministrazione comunale esaminarla attentamente e definire i passaggi necessari, tra cui i pareri e le autorizzazioni regionali, che potrebbero portare all’approvazione della proposta entro la fine del 2015.

Come previsto dal Pgt, l’obiettivo principale è quello di assegnare una nuova centralità metropolitana a un’area attualmente poco valorizzata nelle sue funzioni, nonostante sia collocata in una posizione strategica rispetto ai flussi della mobilità del Nord Milano.

L’intervento prevede, accanto all’ampliamento dell’attuale centro commerciale che permetterà di salvaguardare e rilanciare le attività economiche esistenti, (salvaguardando i livelli occupazionali esistenti, scongiurando la chiusura delle attuali), lo sviluppo di un polo direzionale capace di attrarre nuove attività imprenditoriali (generando nuova occupazione e garantendo posti di lavoro alla cittadinanza).

A ciò si aggiunge l’insediamento di funzioni culturali, ricreative, formative e servizi alla persona che nel loro insieme potranno generare un fulcro di attrattività di scala locale e metropolitana. 

Quali vantaggi per l’amministrazione comunale? A totale carico dell’operatore è prevista la realizzazione di un parcheggio di interscambio a servizio del capolinea M1 e in prospettiva della M5 per un totale di circa 1.500 posti».

A ciò si aggiunge la possibilità di acquisire le aree attualmente private del Parco del Grugnotorto e di trasformarle in patrimonio pubblico grazie alla disponibilità di nuove risorse economiche per l’amministrazione comunale (obiettivo il riequilibrio ecologico e la valorizzazione del ruolo dell’agricoltura). 

Le scelte operate nella proposta non prevedono modifiche volumetriche e aumento di consumo di suolo ma una ridefinizione funzionale dei volumi già acquisiti da precedenti scelte urbanistiche.

Complessivamente l’area dell’intervento ha una superficie territoriale di circa 276.000 mq nei quali, così come previsto dal Pgt, sono insediabili circa 150.000 mq di funzioni commerciali, terziarie, culturale e ricreative. All’interno di queste quantità sono previsti 48.000 mq per il parcheggio specificamente dedicato alla metropolitana e circa 3000 mq tra bicistazione (un sistema integrato per ciclisti urbani) e stazione degli autobus. 

La proposta preliminare presentata dagli operatori privati si è sviluppata attraverso un importante lavoro di confronto con l’amministrazione comunale che ha potuto, anche grazie alle risorse economiche dell’operatore, mettere in campo di ulteriori professionalità in ambito legale, ambientale, urbanistico-architettonico, ecologico ed economico-amministrativo . 

«L’obiettivo che ci siamo prefissati – spiega l’assessore all’urbanistica Maurizio Cabras - è quello di avviare un processo di rigenerazione urbana capace di trasformare l’area in un centro di attrazione, anche grazie a soluzioni architettoniche e urbanistiche importanti in grado di  dare una connotazione fortemente identitaria, ma soprattutto di avviare un processo virtuoso capace di generare nuovi posti di lavoro con significative ricadute occupazionali per la popolazione cinisellese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rilancio di Bettola tra Auchan, parcheggi, bici e Grugnotorto

MilanoToday è in caricamento