Cinisello BalsamoToday

Medici di famiglia, Ghilardi fa il punto con ATS: «Pochi medici, tre bandi pronti a primavera»

Il sindaco: «La bella notizia è che entro la prossima primavera ATS pubblicherà 3 bandi per Città Metropolitana, di cui 1 riservato ai giovani medici (iscritti al terzo anno di formazione), che però potranno avere soltanto 500 pazienti»

Giacomo Ghilardi fa il punto con ATS

Doo due giorni dalla richiesta del sindaco Giacomo Ghilardi, nella giornata di mercoledì 21 ottobre si è tenuto un incontro con ATS per fare il punto sulla copertura territoriale dei medici di medicina generale.

Durante il colloquio è emerso che la scarsità dei medici è un problema generale che si trascina da tempo a causa del numero chiuso del triennio di formazione successivo alla laurea che serve per avere l’abilitazione.

Questo numero di ingressi era pari a 100 per tutta la Lombardia, portato a 180 nel 2019 e a 400 nel 2020.

L’entrata in servizio, inoltre, dipende dai bandi che ATS pubblica per ambiti, nel nostro caso, oltre a Cinisello Balsamo, fanno parte dell’ambito di Cusano Milanino, Bresso e Cormano, e dal numero dei partecipanti al bando stesso.

Il sindaco Ghilardi spiega: «Purtroppo gli ultimi bandi fatti, non hanno avuto un grande riscontro, forse a causa della scarsità del numero di medici derivante soprattutto dal numero chiuso. La bella notizia è che entro la prossima primavera ATS pubblicherà 3 bandi per Città Metropolitana, di cui 1 riservato ai giovani medici (iscritti al terzo anno di formazione), che però potranno avere soltanto 500 pazienti».

Il primo cittadino prosegue: «Ho chiesto ad ATS di tenere in considerazione Cinisello Balsamo come un Comune che ha delle forti necessità, e le pubblicazioni dei prossimi avvisi ci porteranno certamente opportunità».

Ghilardi aggiunge: «Abbiamo concordato di tenere monitorata la situazione confrontandoci in maniera costante, il lavoro degli sportelli nel dare le informazioni e guidare i cittadini nella scelta dei medici attualmente liberi all’interno dell’ambito è fondamentale, visto che i medici presenti a Cinisello Balsamo sono 42, i posti liberi sono 1340, mentre in tutto l'ambito sono 1800».

Nella serata di mercoledì 21 ottobre, durante la seduta del consiglio comunale, la minoranza ha richiesto la discussione dell'utilizzo di spazi comunali per incentivare l’apertura di studi medici in condivisione.

Ghilardi ha tal proposito commenta: «Il problema non è quello degli spazi dove esercitare l’attività, tema questo su cui comunque stiamo lavorando da tempo con AMF, ma un problema di numero di medici disponibili a cui ATS sta cercando di rimediare».

Infine chiude: «La disponibilità e l’attenzione di ATS nei nostri confronti è evidente, e lo dimostra la celerità con cui è stato fissato questo incontro, pertanto confidiamo che vi sia, appena possibile, un miglioramento della situazione sul nostro territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Giuseppe, sfregiato con l'acido da Sara del Mastro: "Io, abbandonato da tutti"

Torna su
MilanoToday è in caricamento