Cinisello BalsamoToday

Tornano i “Commercianti e Artigiani Amici”: «Tu resta a casa, alla spesa ci pensiamo noi»

Torna il progetto nato durante il primo periodo Covid: commercianti e artigiani del territorio potranno aderire al servizio compilando il modulo online, mentre i cittadini interessati potranno visualizzare per categoria merceologica le attività che hanno aderito

Giuseppe Berlino, vice sindaco cinisellese

Torna in veste rinnovata l'iniziativa partita nei primi mesi dell'emergenza Covid-19. Un progetto che ha avuto un riscontro molto positivo sia tra i cittadini sia tra i tanti commercianti che vi avevano aderito, i quali, oltre a fornire un servizio di supporto alla cittadinanza per far fronte alle più basilari esigenze quotidiane, hanno avuto l’opportunità di mantenere il rapporto con la propria clientela sul territorio, ed in alcuni casi anche di ampliarla, in una fase di grande difficoltà e crisi economica.

A parlarne nel dettaglio è il vice sindaco Giuseppe Berlino (che detiene le deleghe a commercio e attività produttive): «Le nuove misure introdotte dal governo per contrastare il contagio da Coronavirus rendono necessario riattivare nuovamente queste forme di collaborazione tra commercianti e cittadini per limitare il più possibile gli spostamenti in città e contenere la diffusione del contagio, offrendo allo stesso tempo un servizio ad ampio raggio alla popolazione ed un contributo ai commercianti per sostenere le loro attività in questa nuova fase di emergenza».

Commercianti e artigiani del territorio potranno aderire al servizio compilando il modulo online, mentre i cittadini interessati potranno visualizzare per categoria merceologica le attività che hanno aderito all'iniziativa. Le consegne dovranno avvenire nel rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Oltre all'utilizzo dei dispositivi di protezione individuali, in questa delicata fase emergenziale, saranno richieste misure a protezione anche dei commercianti e sarà richiesto obbligatoriamente a chi risulti in quarantena obbligatoria o che presenti sintomi influenzali, di darne comunicazione alla richiesta del servizio.

Berlino conclude: «Abbiamo riproposto questa iniziativa modificando la struttura, ma non la finalità, mai come oggi è importante essere uniti e collaborare nell'interesse di tutta la nostra comunità. È necessario attivarsi per tutelare la salute dei cittadini e al tempo stesso sostenere e agevolare per quanto possibile, le nostre attività commerciali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento