menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle minacce rivolte a Brumotti durante le fasi dell'arresto

Una delle minacce rivolte a Brumotti durante le fasi dell'arresto

Il servizio di "Striscia la Notizia" riporta al centro lo spaccio di droga a Sant'Eusebio

Nella serata di di lunedì 4 maggio è andato in onda, su Canale 5, durante la trasmissione televisiva "Striscia la Notizia" il servizio di Vittorio Brumotti sulla piazza di spaccio del rione Sant'Eusebio a Cinisello Balsamo. Il sindaco Ghilardi ad Aler: «Scenda in campo con noi»

Nella serata di di lunedì 4 maggio è andato in onda, su Canale 5, durante la trasmissione televisiva "Striscia la Notizia" il servizio di Vittorio Brumotti sulla piazza di spaccio del rione Sant'Eusebio a Cinisello Balsamo.

Vi avevamo già raccontato quanto successo nella giornata di sabato 3 maggio, con l'operazione andata in scena nel quartiere a cura delle forze dell'ordine e proprio in tale circostanza ha girato il servizio l'inviato-biker di Striscia.

Per Brumotti questo è un ritorno a Cinisello Balsamo, dopo il servizio andato in onda l'anno scorso a dicembre, sempre a Sant'Eusebio.

QUI IL SERVIZIO INTEGRALE DI STRISCIA LA NOTIZIA

Nel servizio tv andato in onda lunedì viene mostrato il mondo criminale dello spaccio all'interno dei palazzoni Aler, il modus operandi (capi, pali e spacciatori dirigono il traffico di droga impedendo ai residenti di vivere in pace il proprio quartiere) e le operazioni delle forze dell'ordine che hanno portato all'arresto di un uomo con le accuse di spaccio, detenzione abusiva di armi e possesso di strumenti atti a offendere.

Per Brumotti insulti e minacce («Ti mangio il cuore, infame») e un lancio di oggetti dalle finestre dei palazzoni (anche nei confronti delle forze dell'ordine con un uomo che pare avere un ruolo di spicco nella piazza dello spaccio che ha fronteggiato a muso duro le forze dell'ordine senza alcun timore revenziale).

Al pusher arrestato, un uomo di 46 anni, sono stati sequestrati una mazza,  6 grammi di cocaina e 230 euro in contanti. Nella successiva perquisizione in casa i carabinieri hanno trovato una pistola calibro 22 e diversi proiettili.

Il sindaco Giacomo Ghilardi, dopo aver visto il servizio in televisione, commenta: «Dall'operazione di sabato sera al continuo presidio del quartiere da parte delle forze dell'ordine, continua imperterrita, nonostante il Coronavirus, l'azione trasversale per liberare Sant'Eusebio dallo spaccio».

E continua: «Un sentito ringraziamento ai carabinieri per il lavoro straordinario e quotidiano e un sincero grazie a Vittorio Brumotti per il coraggio e l'azione di questi mesi nonostante le continue minacce».

Poi si rivolge direttamente ad Aler: «Un messaggio ad Aler, proprietario e gestore degli immobili, affinché scenda in campo con noi per proseguire la battaglia. Dopo oltre 30 anni abbiamo approntato linea dura, denuncia mediatica e azione costante e continuativa. Sarà una battaglia davvero dura, forse la più dura, ci vorrà tempo e pazienza ma non molliamo e abbiamo bisogno di tutti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento