Martedì, 27 Luglio 2021
Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Deturpato il Monumento al Deportato del Parco Nord, Trezzi: «Azione vile e proditoria»

Il sindaco di Cinisello Balsamo, assieme ai suoi colleghi di Bresso, Cusano e Cormano, condannano «con fermezza l’azione vile e proditoria di chi nella notte fra sabato e domenica scorsi ha danneggiato il Monumento al Deportato che sorge nel cuore del Parco»

Il Monumento al Deportato dopo l'atto vandalico

Nei giorni scorsi è stato deturpato il Monumento al Deportato al Parco Nord e subito si sono levate delle forti condanne dal mondo delle istituzioni dei Comuni limitrofi al polmone verde del Nord Milano.

I sindaci Siria Trezzi (Cinisello Balsamo), Ugo Vecchiarelli (Bresso), Tatiana Cocca (Cormano) e Lorenzo Gaioni (Cusano Milanino), hanno scritto un comunicato condiviso in cui condannano «con fermezza l’azione vile e proditoria di chi nella notte fra sabato e domenica scorsi ha danneggiato il Monumento al Deportato che sorge nel cuore del Parco e che ogni anno riceve l’omaggio di tutti i Comuni e di tutti i cittadini di sentimenti democratici in occasione della Giornata della Memoria».

Proseguono i quattro sindaci: «Non è la prima volta che ciò accade, e proprio per questo riteniamo necessario invitare tutti i cittadini alla vigilanza contro il riemergere di sentimenti di intolleranza, xenofobia, antisemitismo e razzismo che si presentano anche in veste di proposta politica».

E ancora: «Occorre quindi coltivare la memoria di ciò che è stato e radicarci sempre di più nei valori della Costituzione della Repubblica nata dalla lotta antifascista e dal sacrificio di coloro che si opposero a dittature bestiali ed aberranti».

Terminano i quattro primi cittadini: «Rinnoviamo la nostra solidarietà all’ANED, ai reduci dei campi di sterminio e ai loro familiari, e ribadiamo che i nostri Comuni saranno sempre in prima fila nella difesa della memoria storica e dei valori costituzionali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deturpato il Monumento al Deportato del Parco Nord, Trezzi: «Azione vile e proditoria»

MilanoToday è in caricamento