Cinisello BalsamoToday

Pugno di ferro e ruspe in azione, via i nomadi da via Ciro Menotti

Sgomberata nella mattinata di mercoledì 8 luglio l'area di via Ciro Menotti a Cinisello Balsamo: un terreno recintato di proprietà privata che risultava occupato da un gruppo di nomadi (60 tende e circa 80 persone)

Sgomberato un altro campo nomadi a Cinisello

Sgomberata nella mattinata di mercoledì 8 luglio l’area di via Ciro Menotti a Cinisello Balsamo: un terreno recintato di proprietà privata che risultava occupato da un gruppo di nomadi.

L’intervento è stato portato a termine, in un’operazione congiunta coordinata dalla questura, dalla polizia locale, dalla polizia di stato e dai carabinieri di Cinisello Balsamo. Presente al momento dell’operazione anche la proprietà dell’area.

Durante lo sgombero, 15 le persone allontanate dal terreno in cui erano state allestite 60 tende: le forze dell’ordine stimano quindi che il numero reale di occupanti fosse, indicativamente, di circa 80 individui.

Durante l’intervento di sgombero, effettuato senza problemi di ordine pubblico, non erano presenti minori. Le operazioni, oltre allo sgombero, hanno avuto la finalità di pulire l’area e metterla in sicurezza, al fine di prevenire nuovi insediamenti.

Nell’ultimo periodo è stato monitorato con particolare attenzione anche il nomadismo di singoli gruppi familiari che soggiornano a bordo di camper o autocarri, con un potenziamento del pattugliamento serale nelle zone “sensibili” della città: in particolare, in via Giolitti, via dei Partigiani (parcheggio Metro e giardini), via Piemonte, via Veneto, via Picasso, viale Romagna, via Friuli e via Bramante.

I controlli hanno permesso di spostare il fenomeno dello stanziamento dei camper e l’azione di alleggerimento ha verosimilmente scoraggiato la presenza delle famiglie nomadi in questi giorni.

Così il sindaco Siria Trezzi: “Queste operazioni rientrano nelle numerose azioni messe in atto nell’ultimo periodo per contrastare il fenomeno delle occupazioni abusive in aree ed edifici della città. Prosegue l’attività di presidio e monitoraggio, attivata grazie all’importante lavoro delle forze dell’ordine locali, per prevenire questo tipo di situazioni”.

Il riferimento è agli interventi degli ultimi mesi, “come lo sgombero nell’area del Grugnotorto, in cui continua un’attenta azione di monitoraggio, e le operazioni in diverse aree immobiliari dismesse" ha ricordato il vicesindaco e assessore alla sicurezza Luca Ghezzi.

Chiude Ghezzi: "Azioni a cui ha fatto seguito un censimento degli immobili in stato di abbandono e la comunicazione ai proprietari con il sollecito ad aumentare la soglia di attenzione per prevenire occupazioni abusive”.

Proseguiranno anche nei prossimi giorni i pattugliamenti e i controlli in città da parte delle forze dell’ordine locali al fine di monitorare la situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

Torna su
MilanoToday è in caricamento