Cinisello BalsamoToday

L'assessore Fumagalli ai dirigenti scolastici: «Favoriamo incontri di fine anno tra i ragazzi»

L'assessore all'istruzione Fumagalli, assieme al sindaco Ghilardi, scrive ai dirigenti scolastici per invitarli a pensare a momenti di incontro per gli studenti a chiusura dell'anno scolastico: «Un saluto che diventi un messaggio di speranza in un tempo sospeso e surreale»

Il sindaco Giacomo Ghilardi e l'assessore all'istruzione Maria Gabriella Fumagalli

Tra i tanti mutamenti imposti dall'emergenza sanitaria, uno dei più significativi è stato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Questi sono i giorni che segnano la tradizionale fine delle lezioni per tutti gli studenti. Un momento che per alcuni è un arrivederci a settembre, per altri rappresenta l'inizio di un nuovo percorso.

Quel che resta, per tutti, sono i legami nati e coltivati nelle aule e che spesso ci accompagnano per tutta la vita.

Proprio per permettere agli studenti dell'ultimo anno della scuola dell'Infanzia, primaria e secondaria di primo grado di celebrare simbolicamente la chiusura di un percorso di studi, il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi e l'assessore all'istruzione Maria Gabriella Fumagalli hanno deciso di scrivere ai dirigenti scolastici.

Il sindaco Giacomo Ghilardi scrive: «Per prima cosa tutti i ragazzi meritano un plauso per la loro capacità di adattamento alle circostanze e per il loro comportamento esemplare».

«Ci rivolgiamo, ora, ai dirigenti scolastici affinché favoriscano un momento di incontro, a conclusione della scuola, per le classi dell'ultimo anno che volessero realizzarlo».

«Come amministrazione comunale ribadiamo la disponibilità a utilizzare spazi all'aperto quali parchi e giardini, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza».

Anche l'assessore all'Istruzione Fumagalli ha voluto rimarcare quanto espresso dal primo cittadino: «Per gli studenti, questo, è il momento di ritrovarsi ed è importante che ciò avvenga non in forma virtuale, ma di persona, con la possibilità di guardarsi negli occhi».

«Quest’anno mancherà il mitico conto alla rovescia che accompagna il suono dell’ultima campanella a scandire gli attimi che li separano dall’inizio di un nuovo percorso».

«Ci tengo a rivolgere un pensiero in particolare ai bambini della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado che quest’anno terminano il loro ciclo formativo e che meritano di vivere questo importante evento».

«Rinnovo quindi ai dirigenti scolastici l'invito a favorire questi momenti di saluto perché diventino un messaggio di speranza in questo tempo sospeso e surreale».

Le classi di studenti dell'ultimo anno, che si ritroveranno in spazi extra-scolastici all'aperto per un saluto, dovranno sempre indossare la mascherina e rispettare la distanza interpersonale di almeno 1 metro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento